salute

Farmaci: Usa, primo paziente trattato con controversa legge 'right to try'

24 Ore Roma, 11 gen. (AdnKronos Salute) - Un paziente con una forma aggressiva di cancro al cervello è diventato la prima persona negli Stati Uniti ad accedere a un trattamento sperimentale in base alla controversa legge 'Right to Try'. Il provvedimento, firmato dal presidente Donald Trump nel maggio 2018, è stato pubblicizzato come un nuovo modo per aiutare le persone con malattie terminali e poche opzioni disponibili, anche se fino ad ora nessun paziente l'aveva mai usato.Erc-Usa (Epitopoietic Research Corporation) e l'Università della California a Irvine hanno avviato il trattamento con il composto sperimentale Erc-1671 - noto come Gliovac in Europa - un candidato vaccino anticancro in fase 2 negli Stati Uniti. Il trattamento del paziente è iniziato all'università a fine novembre 2018. L'uomo ha fatto ricorso al 'Right to Try' dopo aver fallito l'accesso al trial in corso. L'azienda ha reso noto in agosto di aver informato la Fda (Food and Drug Administration) di voler rendere disponibile il trattamento sperimentale a questo unico paziente. Altre società, tra cui Therapeutics Solutions International, hanno annunciato l'intenzione di utilizzare il 'Right to Try'.La legge ha dimostrato di essere una spina nel fianco della Fda che, secondo quanto ha reso noto, lavorerà per implementarla in modo coerente con l'intento del Congresso e con la sua 'mission'. L'agenzia può ancora attivare il suo processo di 'accesso allargato' per aiutare i malati terminali a ricevere trattamenti sperimentali. In genere, la Fda approva circa il 99% delle richieste che riceve in tal senso.