economia

Astaldi: Fillea, pronti a fare nostra parte per rilancio (2)

24 Ore (AdnKronos) - Per troppo tempo, rileva Genovesi, "si è chiesto alle imprese di costruzione, grandi o piccole che siano, di essere contemporaneamente agenti finanziari, esperti di diritto e contenzioso amministrativo o peggio ancora anticipatori di pagamenti da parte di una pubblica amministrazione professionalmente ridotta al lumicino. Le aziende edili facciano le aziende, investendo in qualità tecnica, nuovi materiali, professionalità e buon lavoro ed i manager incapaci vadano a casa se sbagliano. Ma sia il Governo, con decisioni chiare e rapide, a permettere al settore di ripartire".Il sindacato e la Fillea Cgil, aggiunge il sindacalista, "sono pronti a fare la propria parte, a facilitare soluzioni di rilancio e di efficienza delle imprese, a partire proprio dall’eventuale sinergia tra Salini Impregilo e Astaldi. Ma è dovere del Governo mettere in campo una domanda pubblica di qualità, strategie industriali complessive, strumenti finanziari e normativi in grado di rispondere alle esigenze di modernizzazione delle nostre infrastrutture, dei nostri territori e delle nostre città, sostenendo un mercato e un’occupazione di qualità". Anche per queste ragioni, conclude, "il 15 marzo, insieme a Filca Cisl e Feneal Uil saremo in piazza a Roma, per chiedere di rilanciare il settore, le imprese ed i lavoratori che vi operano. Se non riparte il settore delle costruzioni, dall’edilizia ai materiali, non ripartirà la nostra economia".