salute

Trapianti: 'effetto Alex' su registro donatori midollo, +51,3% in un anno

24 Ore Roma, 18 feb. (AdnKronos Salute) - Un'altra vittoria del piccolo Alex, il bimbo italiano di 20 mesi affetto da linfoistiocitosi emofagocitica (HLh), che ha ricevuto un trapianto di cellule staminali emopoietiche al Bambino Gesù di Roma dopo una vera e propria gara di solidarietà per trovare un donatore. Nell’ultimo anno i nuovi iscritti al registro dei donatori di midollo osseo sono stati 37.835 contro i 25.010 del 2017: "Un aumento del 51,3% dovuto in buona parte alla grande risposta dei cittadini all’appello lanciato per il caso del piccolo Alessandro Maria Montresor". Lo sottolinea il report 2018 del Centro nazionale trapianti presentato oggi al ministero della Salute. "Continuano ad aumentare i trapianti di cellule staminali emopoietiche: lo scorso anno quelli da donatore non consanguineo sono stati 848, il numero più alto di sempre", sottolinea il report.