politica

Europee: il 'fronte repubblicano' di Pizzarotti, patto con Verdi, contatti con +Europa

24 Ore Roma, 18 feb. (AdnKronos) (di Mara Montanari) - Non è che alla fine il 'fronte repubblicano' invece di Carlo Calenda, lo fa Federico Pizzarotti? Una provocazione, per ora. Però sul versante di Italia in Comune, di cui il sindaco di Parma è presidente, si registra un certo dinamismo. Il patto con i Verdi europei e italiani è già stretto e sabato a Roma ci sarà un'iniziativa al teatro Quirino per la lista alle europee. 'Facciamo crescere un'onda verde e civica', si legge nel manifesto dell'evento. Ma questo potrebbe essere solo l'inizio. Mentre Calenda 'corteggia' Emma Bonino, Italia in Comune sta tessendo da un po' i rapporti con +Europa. Ci sono stati diversi incontri nelle scorse settimane. "C'è un confronto aperto", spiega all'Adnkronos Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri e coordinatore di Italia in Comune. Nel fine settimana, poi, c'è stata l'assemblea nazionale di +Europa che si conclusa con un documento in cui si è dato "mandato agli organi di proseguire il confronto con altre forze politiche, a partire da Italia in Comune e Verdi, Volt, Partito Democratico europeo" in vista delle europee di maggio. Ma è stata anche approvata una mozione, presentata da Francesco Galtieri (area Fusacchia) nella quale si chiede l'impegno ad "assicurare che entro il mese di febbraio 2019 +Europa avanzi una proposta, in vista della partecipazione alle prossime elezioni europee, a Italia in Comune e Verdi, e a Volt, che mantenga il chiaro e inequivoco riconoscimento di +Europa nel simbolo e i tratti peculiari della propria offerta politica". Non è l'apertura di un canale privilegiato con Italia in Comune, si specifica, ma il confronto è aperto.