economia

Appalti: Oice, a gennaio gare progettazione -28%, -6,5% in valore (2)

24 Ore (AdnKronos) - Per Scicolone, "c’è qualche segnale di rallentamento dei bandi di progettazione, ma continua la crescita del complesso dei servizi di ingegneria e architettura. Abbiamo qualche timore per una inversione di tendenza legata ai tentennamenti sulla riforma del codice, che a nostro avviso, deve toccare pochi temi, salvaguardando la centralità del progettista e del progetto esecutivo, mirando alla velocizzazione delle procedure e alla certezza dei tempi. Per questo proponiamo che si aggiudichino le gare in un tempo non superiore al doppio del tempo chiesto per predisporre le offerte e che si riducano drasticamente i 'tempi di attraversamento', spesso frutto di duplicazioni di ruoli e di inutile burocrazia". "Non serve a nulla - aggiunge - fare bandi con richiesta di Bim se poi le gare si aggiudicano in un anno. E’ tutto inutile. Così come occorre fermare la deriva dello Stato-progettista per non innescare un pericoloso meccanismo di rallentamento della spesa pubblica. Chiediamo con forza che si abbandoni l’idea della Struttura di progettazione perché pensare che 300 tecnici possano soddisfare il fabbisogno progettuale del Paese è fantascienza. Si faccia al più presto marcia indietro, o si eviti di dare corso a questo disegno del quale non si sentiva il bisogno!".In base ai dati raccolti fino a gennaio il ribasso medio sul prezzo a base d'asta per le gare indette nel 2016 è al 42,9%, per quelle indette nel 2017 il ribasso arriva al 40,1%. Le notizie sulle gare pubblicate nel 2018 attestano un ribasso del 41,4%.