economia

Siccità: Coldiretti, in Veneto non è ancora emergenza, ma il deficit idrico c'è

24 Ore Venezia, 7 mar. (AdnKronos) - “Difficile parlare di siccità a febbraio ma la situazione è preoccupante soprattutto in previsione dei prossimi mesi quando la campagna si risveglia e i terreni cominciano ad essere lavorati per le nuove colture”. Coldiretti e Anbi Veneto, a margine del convegno a Mestre di oggi sul sistema della bonifica regionale, hanno espresso alcune perplessità sul tema della risorsa idrica che a causa delle scarse piogge e nevicate durante l’inverno tende già ad essere in emergenza. A duemila metri il cumulo è inferiore alla media stagionale nelle Dolomiti settentrionali (-15/20%) con percentuali fino al 40% al sud. Le riserve idriche sono quindi in deficit. Se le portate dei fiumi scendono ancora gli enti consortili dovranno gestire con oculatezza le derivazioni. “E’ ancora prematuro fare dichiarazioni ed è meglio evitare allarmismi – consiglia Salvagno – certo la stagione è in anticipo i cereali, che saranno forse seminati prima rispetto alla tabella di marcia, dovranno essere successivamente irrigati e se non piove nei prossimi giorni gli invasi non si riempiranno mantenendo i livelli sotto la soglia”.