economia

Tav: De Petris (LeU), 'non è cambiato niente, ennesima resa M5S'

24 Ore Roma, 11 mar. (AdnKronos) - "Oggi il cda di Telt decide di pubblicare i bandi di gara per la prosecuzione del Tav, così come previsto e annunciato. La messa in scena allestita dal governo in questi giorni per nascondere il cedimento completo di M5S è puro inganno. La verità è che non è cambiato niente: il Tav va avanti con i tempi già decisi e ancora una volta Salvini vince, concedendo ai 5S solo una striminzita foglia di fico per nascondere la resa di Di Maio". Cos' in una nota la senatrice di LeU Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto. Da quando è nato il governo Conte, sottolinea De Petris, "il M5S si è rimangiato uno dopo l'altro tutti gli impegni sbandierati per anni, sul Tap, sull'Ilva e ora anche sul Tav. Abbiamo sempre detto che c'erano e ci sono tutte le condizioni politiche e tecniche per fermare un'opera tanto costosa quanto dannosa. L'unica via seria è dire chiaramente che il Tav non si farà, non per ideologia, ma perché è un'opera irragionevole che va a solo vantaggio di alcune aziende direttamente interessate. Il Movimento Cinque Stelle non ha avuto il coraggio di farlo e temo che non lo avrà neppure quando, tra pochi mesi, si chiuderà anche l'ultimo spiraglio", aggiunge De Petris. "Noi - conclude la senatrice di LeU - continueremo a batterci con ogni mezzo a nostra disposizione contro il Tav, a fianco della popolazione della Val di Susa che è stata letteralmente cancellata dai calcoli e dai commenti di questi giorni, come se gli abitanti della Valle non dovessero avere più voce in capitolo su scelte che incideranno a fondo sulle loro vite".