politica

Dc: 100 anni fa nasceva Donat Cattin, giovedì ricordo al Senato con Mattarella (3)

24 Ore (AdnKronos) - Vicesegretario del partito tra il 1978 e il 1980, stabilì un rapporto privilegiato con Aldo Moro, consolidatosi soprattutto nell’esperienza del centrosinistra. Un dialogo che proseguì, particolarmente serrato e dialettico, nel periodo della solidarietà nazionale e sulla più generale questione del rapporto con i comunisti, terreno sul quale Donat Cattin mostrò non pochi dubbi, nel timore soprattutto che un’alleanza organica con il Pci portasse alla perdita della rappresentatività popolare della Dc. Con l’assassinio di Moro, l’unico secondo Donat Cattin ritenuto in grado di gestire un esperimento di tale portata garantendo l’unità del partito, perplessità e riserve si acuirono, concretizzandosi in occasione del quattordicesimo Congresso nazionale della Dc, nel 1980, con l'elaborazione del cosiddetto “Preambolo”, che escludeva una ulteriore collaborazione di governo tra Dc e Pci, spostandosi invece su un'alleanza con il Psi e i partiti laici. Proprio in quell'anno decise l'abbandono temporaneo dell'attività politica, a seguito della scoperta del coinvolgimento del figlio Marco nell'organizzazione terroristica Prima linea. Una vicenda che segnò particolarmente i restanti anni della sua vita, con un dolore accentuato dalla scomparsa dello stesso figlio avvenuta in un incidente stradale nel 1988, mentre in regime di semilibertà lavorava a Verona presso la comunità terapeutica di assistenza ai tossicodipendenti Exodus. Donat Cattin, che aveva già subito un infarto nel 1983, morì il 17 marzo del 1991 sempre a seguito di problemi cardiaci.