politica

M5S: atto costitutivo spiazza eletti, 'Casaleggio è in conflitto interessi'/Adnkronos (2)

24 Ore (AdnKronos) - "Chi stabilisce la durata del mandato di Di Maio, capo politico del M5S? Lo statuto dell'associazione da lui fondata", ragiona un parlamentare. Nello statuto infatti si legge che "il capo politico è eletto mediante consultazione in rete secondo le procedure approvate dal comitato di garanzia, e resta in carica per 5 anni. E' rieleggibile per non più di due mandati consecutivi".Altra questione, non di poco conto per gli eletti 5 Stelle che guardano con fumo agli occhi la nuova associazione, la possibilità per lo stesso Di Maio di "modificare e/o integrare" con allegati l'atto costitutivo dell'associazione fondata nel 2017. Nel documento registrato da Valerio Tacchini, il notaio milanese del reality l''Isola dei famosi' considerato molto vicino al M5S, a Di Maio viene riconosciuta questa possibilità pur "senza alterare il significato sostanziale" del documento stesso: "ma chi può stabilire che eventuali modifiche siano solo marginali? - ragiona un parlamentare -. Se Di Maio intervenisse cambiando i 'connotati' del Movimento che facciamo, andiamo da un giudice per fargli chiarire se si tratta di modifiche sostanziali o da niente? E' tutto surreale. Qui siamo nel M5S chiavi in mano a Di Maio, altro che 'uno vale uno'". Piovono critiche anche nei confronti di Casaleggio jr. "Davide - dice Elena Fattori all'Adnkronos - aveva sempre detto di non avere ruoli nel Movimento quando era il socio fondatore di una nuova associazione di cui era stato accuratamente tenuto nascosto l'atto fondativo. Quindi doppia amarezza: di non aver saputo di questo cambiamento e di aver creduto alle parole di Davide Casaleggio".