economia

Fisco: Landini, 'Flat tax presa in giro, con Cisl e Uil avanzeremo proposta riforma'

24 Ore Roma, 12 apr. (AdnKronos) - "Il Def appena varato certifica il fallimento delle ricette sin qui adottate. Siamo in una situazione pericolosa e purtroppo il governo continua a fare campagna elettorale con idee sbagliate rifiutandosi di avviare un vero confronto con le forze sociali". Così in un'intervista a 'La Stampa' il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini sottolineando in particolare che la flat tax "è una presa in giro per chi paga le tasse, in un Paese che ogni anno registra 120 miliardi di evasione fiscale e 50-60 dispersi in corruzione, con una pressione elevatissima sul lavoro dipendente e sui pensionati troppo alta.E poi la nostra Costituzione dice che la tassazione deve essere progressiva".Per il leader della Cgil, "serve una profonda riforma fiscale, che allarghi davvero la platea alleggerendo il peso su salario e pensioni, che semplifichi, e cancelli le norme pro-elusione ed evasione, che potrebbe essere efficacemente stroncata. Un sistema in cui si pagano tasse giuste, in cui si garantiscono diritti sociali veri, in cui si crea lavoro. Con Cisl e Uil avanzeremo una proposta concreta di riforma".A ottobre del 2018, rileva ancora il segretario generale della Cgil, "abbiamo presentato un pacchetto di proposte. Il governo non ha voluto tenerne conto, e ha esautorato il Parlamento in nome di un 'contratto di governo' tra privati. Oggi è sotto gli occhi di tutti che il governo ha sbagliato le previsioni e che il Paese rischia di andare a sbattere perché i conti non tornano. Noi siamo in campo: un primo maggio di mobilitazione, poi ci saranno i lavoratori agricoli e forestali, la conoscenza, i pensionati, il pubblico impiego, i metalmeccanici, e torneremo a Reggio Calabria sul Mezzogiorno. Se il governo non discuterà le nostre proposte insieme a Cisl e Uil proseguiremo con le lotte necessarie".