economia

Energia: borsa elettrica, a marzo prezzo a 52,88 euro/mwh (-8,3%)

24 Ore Roma, 15 apr. (AdnKronos) - Prezzo dell'elettricità in calo alla borsa elettrica. A marzo il prezzo medio di acquisto, pari a 52,88 euro/MWh, prosegue la discesa osservata a febbraio, portandosi ai minimi da quasi un anno, e registrando, per la prima volta da gennaio 2017, anche una flessione annuale. Rispetto al mese di febbraio il calo è dell'8,3% mentre rispetto allo stesso mese dell'anno precedente la flessione è del 7,1%. E' quanto emerge dai dati pubblicati nella newsletter del Gestore dei mercati energetici (Gme). La riduzione dei volumi complessivamente contrattati nel MGP (24,6 TWh, -3,6% su marzo scorso) non interessa quelli transitati nella borsa elettrica che spingono la liquidità del mercato ad aggiornare ancora il massimo da quasi sei anni (77,3%, +6,2 punti percentuali).Il diffuso calo degli acquisti zonali favorisce la riduzione mensile e annuale di tutti i prezzi di vendita tra cui in evidenza il Sud (46,65 euro/MWh, -7/-6 euro/MWh) e la Sicilia (51,62 euro/MWh, -14/-2 euro/MWh) ai minimi rispettivamente da ottobre e marzo 2017. Le due zone, caratterizzate anche da elevati livelli di offerta eolica, registrano prezzi orari a 0 euro/MWh (o prossimi ad esso) rispettivamente in 10 e 33 ore.