economia

Diritto Autore: Crimi, 'solo briciole, sarà danneggiata editoria locale'

24 Ore Milano, 15 apr. (AdnKronos) - Il via libera definitivo alla riforma del copyright europeo "è una cattiva notizia per l'editoria locale, a pagare sarà l'editoria locale". E' il parere del sottosegretario con delega all'Editoria, Vito Crimi, a margine di un convegno sull'informazione locale in Lombardia. Il senatore dei 5 Stelle definisce "briciole" le risorse che gli editori otterranno dagli over the top con questa direttiva, mentre invece avrebbero dovuto ottenere "i dati" degli utenti in loro possesso.Il ragionamento di Crimi sulle grandi piattaforme come Google, Apple e Facebook è questo: "Io oggi sento parlare tutti della pubblicità che viene drenata dagli over the top, che ne raccolgono il 75%. La questione è: perché raccolgono tutta questa pubblicità? Hanno strumenti di profilazione e di indirizzamento degli investimenti pubblicitari che migliora il rapporto costi-benefici". Ovvero, "l'oro che ha in mano Google sono i dati e invece che chiedere soldi, che servono solo a dare un respiro temporaneo, quello che doveva essere chiesto era l'obbligatorietà da parte degli Ott di condividere con gli editori i dati, in modo da consentire loro di ragionare e lavorare allo stesso livello di conoscenza. Un livello - continua - tale da poter competere nella raccolta pubblicitaria, invece così - conclude - stanno accettando delle briciole che permetteranno di sopravvivere solo i grandi editori, mentre l'editoria locale avrà un'ulteriore perdita".