cronaca

Palermo: due falsi Modigliani sequestrati a Palazzo Bonocore

24 Ore Palermo, 18 apr. (AdnKronos) - Due opere d'arte falsamente attribuite ad Amedeo Modigliani ed esposte a Palazzo Bonocore, a Palermo, sono state sequestrate dai carabinieri del nucleo Tutela patrimonio culturale. Si tratta dei due oli su tela, 'Hannelore' e 'Donna con cappello', provenienti il primo da un'eredità giacente del tribunale di La Spezia e il secondo di proprietà di una famiglia di Reggio Emilia. Le due opere, che se immesse sul mercato come autentiche avrebbero un valore di circa 9 milioni di euro l'una, facevano parte di una mostra inaugurata a Palazzo Bonocore nel mese di novembre 2018 e composta principalmente da proiezioni fotografiche multimediali di alcuni capolavori del maestro livornese. Sono state proprio le poche opere 'reali' esposte a far scattare le indagini dei carabinieri che hanno acquisito dagli organizzatori dell’evento la documentazione relativa alle due opere. Il resto lo hanno fatto i pareri preliminari di alcuni esperti d’arte e gli accertamenti sui certificati di autenticità e provenienza, privi di autorevolezza dal punto di vista scientifico e pieni di passaggi contraddittori. Eseguiti anche due decreti di perquisizioni, a Roma e a Spoleto, nei confronti del presidente dell’Istituto Amedeo Modigliani di Spoleto, procacciatore degli oli sequestrati, e del curatore della mostra, autore anche delle certificazioni di autenticità. Per entrambi l'accusa è di contraffazione di opere d’arte.I militari hanno sequestrato anche tutta la documentazione relativa all’organizzazione della mostra ed alla provenienza delle opere, materiale informatico e 27 beni d’arte di pregio verosimilmente contraffatti - di cui tre opere grafiche di Modigliani e 24 dipinti di Picasso, Chagall, De Nittis, Boldini, Dalì e Guttuso. Le opere erano nascoste all’interno di una autovettura nella disponibilità di uno degli indagati. Il loro controvalore, se immesse sul mercato come autentiche, supererebbe i cinque milioni di euro.