economia

Lavoro: Cominardi, 'decreto dignità non va toccato, numeri chiari'

24 Ore Roma, 19 giu. (AdnKronos) - "Il decreto dignità non va toccato, e i numeri parlano chiaro: meno precarietà e più contratti stabili da quando il provvedimento è stato introdotto". Così il sottosegretario per il Lavoro Cominardi commentando i numeri contenuti nella nota congiunta di Ministero del Lavoro, Istat, Inail, Anpal e relativi al primo trimestre dell’anno in rapporto al quarto trimestre 2018."Con un nuovo record di trasformazioni di contratti da tempo determinato a tempo indeterminato, e con un calo sorprendente delle posizioni a tempo determinato; l’unica cosa sensata che si possa fare è ammettere che i provvedimenti del Governo e del Ministero del Lavoro vanno nella direzione giusta, sia per i lavoratori, sia per le imprese", conclude.