cronaca

Sicilia: Presidente Ars, 'il collegato si farà, M5S rispetti accordi'

24 Ore Palermo, 11 set. (AdnKronos) - “Il Collegato si farà, lo dico per tranquillizzare i tanti che magari stanotte non hanno dormito per la preoccupazione, persone che hanno lavorato e che attendono giustamente i loro stipendi. Lo hanno bloccato in aula, ma io sono con la testa dura e vado avanti. Chiedo a tutti di stare sereni, nessuno resterà senza stipendio. Ma ai Cinque Stelle dico, perché non rispettate gli accordi?”. Lo ha detto il Presidente dell'Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, in un video postato nella strada serata di ieri dopo la seduta dell'aula che ha visto il rinvio della seduta al 17 settembre e il ritorno del ddl collegato alla finanziaria in V Commissione. Miccichè, nel video, spiega che il testo presentato in Aula rappresenta “la sintesi di un collegato con centomila norme, di cui tante inutili, che prevede una spesa quasi dimezzata perché siamo costretti a risparmiare su tutto, visto il bilancio disastroso che abbiamo trovato”. E ammette che ieri "è stata una giornata difficile in aula".Non risparmia le critiche al M5S, che ieri sera ha fatto asse con il Pd mettendo in crisi la maggioranza. “Ma chi siete? Dove siete nati? È possibile che ogni volta che con questi (M5S ndr) si trova un accordo loro matematicamente non lo rispettano? Avremmo dovuto approvare questo collegato prima delle ferie, poi è stato deciso che saremmo arrivati a settembre. Ci siamo visti più volte con il Presidente della Commissione Bilancio Riccardo Savona, ad agosto, perché io non sono partito. E oggi mi trovo questi signori che iniziano a fare demagogia. E ci vengono a raccontare che ne stavamo riproponendo un altro? Ma quale altro?”.Miccichè tranquillizza nel video i lavoratori che aspettano da mesi lo stipendio: “Io - dice- non posso permettermi di non pagare gli stipendi ai lavoratori o di non dare contributi ai teatri che devono portare avanti la stagione, come il Bellini di Catania, non mi posso permettere di non fare rispettare gli accordi sulla pesca con l’Europa o di rinunciare al previsto contributo sul biglietto aereo, che costa sempre moltissimo, per malati e studenti. No, hanno fatto di tutto perché non si facesse più il collegato. I grillini, tra i quali ci sono anche alcuni bravi ragazzi, devono sapere che il Collegato si farà comunque ma devono imparare che gli accordi si rispettano, che non si può fare così, che la lealtà all’interno delle istituzioni è la cosa più importante. Spero che crescano….”.