politica

Governo: ressa nel M5S per sottosegretari, Conte vuole chiudere entro domani/Adnkronos (2)

24 Ore (AdnKronos) - Ancora da sciogliere il nodo Mef, dove sono in corsa Laura Castelli (viceministro uscente in odore di riconferma) e Stefano Buffagni, che oggi è stato avvistato in Transatlantico alla Camera a colloquio con i 'suoi'. Gli altri candidati M5S al posto di sottosegretario per il dicastero di Via XX Settembre, guidato dal dem Roberto Gualtieri, sarebbero Alessio Villarosa, Giovanni Currò, Marco Pellegrini e Vincenzo Presutto. Antonio Misiani come viceministro e l'ex-sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Claudio De Vicenti, sono le carte in mano al Pd. Ma circola anche il nome di Luigi Marattin.Agli Interni i nomi dem sono quelli di Emanuele Fiano e Franco Mirabelli, mentre sul fronte M5S ci sarebbe la candidatura dell'ex ministro della Difesa Elisabetta Trenta (che però starebbe incontrando alcune resistenze interne), oltre ai nomi di Carlo Sibilia, Maurizio Cattoi, Federica Dieni, Mario Michele Giarrusso e Piera Aiello. Per la Giustizia c'è l'ipotesi Walter Verini. Per il deputato dem si era parlato anche dell'Editoria ma in pole sulla delega (se il Pd dovesse spuntarla) c'è Andrea Martella. Il sottosegretario uscente Vittorio Ferraresi, Elisa Scutellà e Gianfranco Di Sarno sono i profili che circolano con più insistenza in casa M5S per Via Arenula. Con Di Maio al vertice della Farnesina potrebbero aspirare a un posto da sottosegretario le esponenti del Pd Lia Quartapelle e Marina Sereni, mentre viene data quasi per certa la riconferma di Manlio di Stefano. Per quanto concerne la Difesa, Angelo Tofalo e Gianluca Aresta sono tra i nomi in pole per il M5S, mentre per il Mit si parla di Massimiliano Manfredi in quota dem e del pentastellato Agostino Santillo.