politica

Governo: ressa nel M5S per sottosegretari, Conte vuole chiudere entro domani/Adnkronos (3)

24 Ore (AdnKronos) - Dalla Regione Lazio, l'assessore Giampaolo Manzella potrebbe trasferirsi al Mise (o potrebbe affiancare Paola Pisano all'Innovazione, dove è in corsa anche il M5S Luca Carabetta): lo Sviluppo Economico sarebbe una destinazione gradita anche per la deputata Mirella Liuzzi, che punta alla delega sulle tlc, ma nel ministero presieduto da Stefano Patuanelli premono per la riconferma anche Davide Crippa e Andrea Cioffi. Al Lavoro potrebbe andare Chiara Gribaudo (Pd) e avanza anche il nome di Arturo Scotto di Leu, non rieletto alle ultime politiche. Si sarebbero fatti avanti per il ministero della Salute i grillini Giorgio Trizzino, Dalila Nesci e Nicola Provenza, mentre la deputata Maria Pallini punterebbe agli Affari Regionali.Aspira a un bis come sottosegretario all'Ambiente il grillino Salvatore Micillo, ma anche Alberto Zolezzi avrebbe manifestato il suo interesse per il medesimo dicastero. Particolarmente affollata la lista dei candidati partorita dai membri 5 Stelle della Commissione Cultura: una quindicina i nomi, tra cui Gianluca Vacca, Paolo Lattanzio (entrambi candidati al Mibact), Lucia Azzolina (Istruzione), Danila De Lucia (quest'ultima si sarebbe proposta per la delega all'Editoria). Per il Mibact nel Pd si fa il nome di Lorenza Bonaccorsi. Per le Politiche Ue si fa strada l'ipotesi di un nome extraparlamentare. In corsa per un posto di peso nel sottogoverno c'è anche l'attuale capogruppo M5S alla Camera Francesco D'Uva: per lui si parla, tra le varie opzioni, di un ruolo come vice al Viminale o come sottosegretario ai Rapporti col Parlamento. All'Istruzione come viceministro continua a girare il nome di Anna Ascani, per la Pa Simona Malpezzi, per lo Sport Patrizia Prestipino. Altri nomi in pole: Alessia Morani e Piero De Luca. Sullo sfondo resta la pista di nomi 'esterni' in quota M5S, da Filippo Nogarin a Giancarlo Cancelleri.