economia

Veneto: Coldiretti, è stato di calamità per la cimice asiatica

24 Ore Venezia, 17 set. (AdnKronos) - “Che ci fosse lo stato di calamità da decretare Coldiretti l’ha denunciato già all’inizio di questa campagna – ha detto Daniele Salvagno Presidente di Coldiretti Veneto presente al Tavolo Verde convocato oggi in merito all’emergenza cimice asiatica – bene, dunque, che la Regione Veneto si esponga nei confronti del Governo nazionale e dell’Unione Europea chiedendo la stessa attenzione riservata per l’emergenza Xilella”. Coldiretti rileva che, con 100 milioni di danni solo in Veneto a cui si devono aggiungere altre cospicue somme nei territori oltre il confine regionale, è evidente che solo un’azione ai livelli superiori potrà dare risposta ai frutticoltori veneti che attualmente si trovano a fronteggiare un problema senza soluzioni. “Le istituzioni regionali devono fare ancora di più in termini di ricerca e monitoraggio – ha sottolineato il direttore Pietro Piccioni - per queste attività servono risorse che non possono essere quelle messe a disposizione fino ad ora”. L’invito è che la Giunta e il Consiglio facciano la loro parte. Nel frattempo la mobilitazione di Coldiretti si arricchisce del sostegno di molte amministrazioni comunali che stanno adottando la delibera di pronto intervento appoggiando la piattaforma delle azioni per il controllo dell’insetto alieno.