politica

Italia-Francia: Macron a Roma dopo la crisi, migranti ed economia al centro/Adnkronos (2)

24 Ore (AdnKronos) - Con Francia e Germania c'è, di fatto, una convergenza, ma sullo sfondo restano due nodi che ostacolano il via libera a un meccanismo di redistribuzione automatica che metta d'accordo l'Europa su uno dei temi più annosi per il Vecchio continente: da un lato la distinzione tra migranti economici e richiedenti asilo, che l'Italia mira a superare; dall'altro la rotazione dei porti di approdo, per coinvolgere altri Paesi e non lasciare l'Italia sola a gestire l'emergenza. Sul punto Parigi ribadisce di volere "un meccanismo stabile, prevedibile e automatico di ripartizione delle persone salvate in mare, senza rimettere in discussione il principio dell'approdo più vicino"Domani Conte ne discuterà con Macron, anche se fonti di Palazzo Chigi fanno notare che si tratta di questioni che vanno affrontate a 360 gradi con l'Europa tutta e nell'ambito di una politica complessiva che tenga conto di tre direttrici: gestione degli sbarchi, accordi di riammissione e la cooperazione con l'Africa, cui si aggiunge la questione dei corridoi umanitari nei paesi di origine e di transito.A parte i migranti, gli altri dossier al centro dei colloqui tra il presidente ed il premier sono i temi economici europei, con l'intesa tra Francia e Italia per una maggiore flessibilità sui conti pubblici, favorendo gli investimenti produttivi, e poi i temi dell'attualità internazionale. Libia in primis, dossier su cui l'Italia continua a mantenere un'attenzione altissima (prima di Macron a Palazzo Chigi domani ci sarà il premier del governo di accordo nazionale Fayez Serraj), come la Francia, che insieme ai leader del G7 ha sollecitato la convocazione di una conferenza internazionale. E poi Iran, con la leadership assunta da Macron fra i Paesi europei nel negoziato con Teheran, e Ucraina.