politica

Italia-Francia: Macron a Roma dopo la crisi, migranti ed economia al centro/Adnkronos (3)

24 Ore (AdnKronos) - L'incontro di domani potrebbe essere anche l'occasione per annunciare la tenuta del vertice intergovernativo Italia-Francia, che spetta a Roma organizzare (l'ultimo risale al settembre del 2017 a Lione), e la ripresa dei lavori per il Trattato del Quirinale, la cui firma era attesa per fine 2018, che dovrebbe strutturare le relazioni tra i due Paesi sul modello di quelle di Francia e Germania regolate dal Trattato dell'Eliseo.D'altronde dalla cultura fino al settore industriale passando dalle questioni europee gli interessi in comune dei due Paesi sono numerosi. Due dei maggiori gruppi bancari francesi, Bnp Paribas, che nel 2006 ha acquistato la Bnl, e Credit Agricole, che ha rilevato Cariparma e FriulAdria, sono protagonisti da molto tempo sul mercato italiano. Nel settore della grande distribuzione importanti gruppi francesi, come Carrefour, la fanno da padrone. Il colosso transalpino Auchan, invece, nelle settimane scorse ha fatto un passo indietro cedente le sue attività italiane.Secondo quanto trapela, nell'incontro tra Macron e Conte non si dovrebbe entrare troppo nel dettaglio dei singoli dossier economici che vanno dalla Tav Torino-Lione fino ai Chantiers de l'Atlantique (ex Stx France). Sul primo punto, dopo che il Senato il 7 agosto ha respinto la mozione del Movimento 5 Stelle contro la Torino-Lione e approvata quella del Pd con il sostegno della Lega e del centrodestra, l'opera sembra finalmente indirizzata sui binari giusti dopo uno stallo durato circa un anno. Attualmente italiani e francesi sono al lavoro per definire il documento destinato all'Agenzia Inea che certifica la riprogrammazione del planing dei lavori per la Tav. Entro il 25 settembre dovrebbe essere completato il dossier che dovrebbe permettere di ottenere una proroga di almeno due anni, da dicembre 2019 a dicembre 2021, sulla tabella di marcia iniziale.Entro novembre le aziende che sono candidate per i lavori di scavo sul lato francese (2,3 miliardi di euro) e che sono risultate in linea con i criteri economici e tecnici fissati dal bando riceveranno i capitolati dei lavori. Poi arriverà la fase delle offerte economiche. Entro il 30 settembre, per quanto riguarda il versante italiano, scaderà il termine di presentazione delle candidature delle imprese interessate a partecipare ai bandi.Per quanto riguarda il dossier Fincantieri - Stx c'è l'attesa per il via libera dell'Antitrust Ue. Secondo il regolamento Ue sulle concentrazioni, Bruxelles si deve esprimere entro 25 giorni dalla ricezione delle notifica - che dovrebbe essere effettuata entro la fine del mese- che possono arrivare fino ad un massimo di 90 giorni dall'avvio del procedimento. Ad ottobre 2018 Fincantieri e Naval Group, il gruppo francese della cantieristica della difesa, hanno firmato intanto l'accordo per dare vita all'annunciata joint venture nelle navi militari. Tra i dossier economici tra i due paesi è 'sparito' almeno per ora quello tra Fca e Renault. L'offerta presentata dal gruppo torinese era stata ritirata a giugno scorso dopo la levata di scudi del governo francese, azionista di riferimento della casa automobilistica francese.