politica

Ue: Sassoli, 'cantiere fermo, è ora di riaprirlo' (2)

24 Ore (AdnKronos) - Quindi i migranti: "Intanto l’accordo della Valletta, che prevede una redistribuzione anche in altri Paesi 'volontari', è un primo passo. Mi auguro che altri Stati si aggreghino e che il meccanismo di redistribuzione dei migranti, da volontario, diventi strutturale. Finalmente potremo dire che chi arriva in Italia, in Grecia o a Malta arriva in Europa. È ciò di cui abbiamo bisogno, perché, se le politiche sull’immigrazione restano nazionali, l’Ue non avrà mai gli strumenti per affrontare un fenomeno così complesso e importante". Sassoli su Famiglia Cristiana torna anche sulla polemica a proposito della risoluzione che equiparava nazifascismo e comunismo: "Penso che politicamente sia scorretta e intellettualmente confusa. Non bisogna mai confondere le cose quando si parla della storia. Nessuno discute l’aggressività e la mancanza di libertà presente nei sistemi comunisti. Ma se ci riferiamo alla Seconda guerra mondiale non possiamo far passare le vittime per carnefici.