politica

Iv: debutto a Roma partito Renzi, no alleanza con M5S e Raggi nel mirino/Adnkronos

24 Ore Roma, 12 ott. (AdnKronos) - Debutto di Italia Viva a Roma, stamattina al cinema Adriano, con i 'padroni di casa' Roberto Giachetti e Luciano Nobili insieme a Maria Elena Boschi e Ettore Rosato. La sala da circa 200 posti è piena. "Non siamo un partitino", scandisce Nobili. "Rimbocchiamoci le maniche, perché la prossima volta una sala come questa deve essere troppo piccola per noi", aggiunge Boschi. Clima da 'start up'. Futuro, speranza, coraggio le parole d'ordine, quelle classiche del renzismo del resto. Stavolta si aggiunge anche 'diversità'. Marcare la differenza dal Pd innanzitutto. "Non saremo un pezzo del Pd fuori dal Pd, ma una cosa diversa e più larga", dice Nobili. Nelle proposte e nella strategia. E su questo punto, il messaggio dell'Adriano è un no a Nicola Zingaretti e la proposta di un'alleanza politica del centrosinistra con i 5 Stelle. "Adesso stiamo lavorando insieme, alle politiche saremo avversari", parte Boschi. E Giachetti: "Zingaretti parla di un'alleanza anti sovranista? Io sono entrato in Italia Viva e penso che il ruolo di Italia Viva sia quello di creare una maggioranza riformista, quindi io non ho nessuna intenzione di legare il mio destino politico ai 5 stelle, tranne che per questo breve tratto". Quanto ai contenuti, Boschi ricorda che "noi, la generazione Leopolda, siamo nati per portare avanti delle idee e così continueremo". E rispetto al governo osserva: "Noi siamo leali con questo governo, Matteo Renzi è da agosto che ci mette la faccia su questo governo. Era giusto fare questo tentativo, quindi siamo leali ma non stupidi e non è che tutto quello che viene da Pd e M5S per forza ci deve andare bene. Noi portiamo le nostre idee". Aggiunge Rosato: "Il precedente governo non aveva un progetto, non ha fatto una riforma perché mancava di coraggio. Vedo lo stesso rischio in questa fase se vogliamo arrivare al 2023 serve coraggio".