cronaca

Spagna: Guadagnini (Siamo Veneto), 'intervengano Istituzioni italiane e Ue' (3)

24 Ore (Adnkronos) - “Il 1 ottobre 2017 in Catalogna ha avuto luogo il Referendum di autodeterminazione perché i cittadini potessero decidere democraticamente se costituirsi in una nuova entità statale o se rimanere parte dello stato spagnolo – sottolinea ancora il consigliere regionale - il Governo spagnolo, attraverso le forze di Polizia, ha reagito con violenza indiscriminata ai seggi, verso inermi e pacifici cittadini, generando un clima di terrore e provocando più di mille feriti, tra i quali anche anziani e bambini, come posso testimoniare personalmente, assieme al Presidente Ciambetti, in qualità di osservatori internazionali. In seguito, le autorità spagnole hanno incarcerato i rappresentanti delle due principali organizzazioni civiche catalane per aver organizzato manifestazioni assolutamente pacifiche, e la persecuzione giudiziaria verso gli avversari politici ha continuato la sua deriva producendo l’arresto dei Ministri democraticamente eletti in Catalogna e l’emissione di un mandato d’arresto per il Presidente Carles Puigdemont e altri quattro Ministri che si trovano ora in esilio”.“Il Consiglio Regionale del Veneto deve condannare fermamente ogni forma di violenza verso i cittadini e i rappresentanti istituzionali della Catalogna, per le loro idee e per l’esercizio del diritto umano universale di autodeterminazione attraverso un processo pacifico e democratico – conclude Antonio Guadagnini – e deve chiedere l’immediata scarcerazione di ogni rappresentante di organizzazioni civiche, politiche e istituzionali catalane che attualmente versa in stato di prigionia in Spagna”.