economia

Manovra: Unionplast, tassa su plastica può affossare settore in ripresa

24 Ore Roma, 15 ott. (Adnkronos/Labitalia) - Unionplast, associazione di categoria che riunisce i trasformatori di materie plastiche, "si oppone con forza alle anticipazioni, apparse sui giornali, in merito alla volontà del Governo di inserire, nell’ambito della Legge di Bilancio, una tassazione che andrebbe a colpire le imprese produttrici di imballaggi in plastica".Secondo il presidente di Unionplast Luca Iazzolino, “la plastic tax rischia di affossare ulteriormente la competitività di un settore di eccellenza che sta già intraprendendo una transizione verso soluzioni più sostenibili. Già oggi, infatti il 15% della plastica utilizzata proviene da economia circolare, con un trend in continua crescita, anche sulla spinta delle dinamiche di mercato"."Basti pensare che la domanda di polimeri riciclati è salita nel 2018 del 3,1%, a fronte di una discesa dei consumi di materie plastiche vergini. Dobbiamo evitare il ripetersi di provvedimenti inappropriati che fanno male al Paese, come ad esempio la messa al bando tout-court delle plastiche monouso, che ha messo a rischio la sopravvivenza di 30 aziende e di 3mila posti di lavoro, per la maggior parte nelle aree del Centro e del Sud Italia che già scontano elevati tassi di disoccupazione e di desertificazione produttiva”, dice Iazzolino.