economia

Manovra: PlasticEurope Italia, 'plastic tax penalizza settore da 40 mld'

24 Ore Milano, 15 ott. (Adnkronos) - "Questa misura penalizzerebbe un'intera filiera produttiva che conta in Italia oltre 10mila aziende con 150mila addetti e un fatturato di oltre 40 miliardi di euro". Il no alla possibile plastic tax inserita nella manovra arriva da Massimo Covezzi, presidente di PlasticsEurope Italia l'Associazione di Federchimica che raggruppa i produttori di materie plastiche. "La plastica è un materiale d’eccellenza - continua Covezzi - ad altissima efficienza energetica e l’industria sta ulteriormente investendo per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di economia circolare. La nostra industria riconosce che l’utilizzo degli imballaggi in plastica, essenziali per ridurre gli sprechi di cibo, va responsabilmente gestito anche nella sua fase terminale. Per questo è disponibile a supportare programmi educativi e a continuare lo sviluppo tecnologico di soluzioni ancora più sostenibili". La filiera delle materie plastiche in Italia "è in assoluto - spiega - la seconda a livello Europeo, dopo quella tedesca, e presenta imprese di assoluta eccellenza mondiale, alcune di queste proprio per quegli imballaggi che la plastic tax colpirebbe”.