sostenibilita

Scuole chiuse? BrianzAcque mette online i fumetti sull’acqua

24 Ore Roma, 8 apr. - (Adnkronos) - “La famiglia Bevilacqua e il mostro di plastica”. E’ il titolo del nuovo fumetto della collana edita da BrianzAcque per sensibilizzare bambini e ragazzi sull’importanza e sul valore dell’acqua e raccontare in maniera divertente le importanti attività svolte dell’azienda pubblica dell’idrico locale. Questa volta, gli eco eroi della famiglia Bevilacqua, papà Delfino, mamma Ondina e i loro figli Oceano e Azzurra, sono impegnati a sconfiggere una creatura mostruosa che si nutre di plastica, ritenuta sempre più una grave minaccia per i mari, per l’ambiente e per la salute delle persone.Non potendo presentare il fumetto e distribuirlo materialmente nelle scuole, BrianzAcque ha voluto renderlo ugualmente disponibile pubblicandolo online sul sito istituzionale www.brianzacque.it, sezione 'didattica on line per le scuole'. Non solo. Ha reso fruibili in versione digitale anche i due numeri precedenti, frutto dell’estro creativo di Giuseppe Pozzi. 'La famiglia Bevilacqua contro Watergobble' e 'La famiglia Bevilacqua e le puzzette Waterclean', sono 'strisce' che hanno affascinato, divertito e contribuito a creare una sana consapevolezza 'green' tra le nuove generazioni. Con quest’iniziativa, dichiara Enrico Boerci, presidente e ad della società brianzola, "vogliamo continuare a proporre attività formativa ed educativa dedicata al mondo dell’ 'oro blu'. La messa online delle avventure della famiglia Bevilacqua, dotata di super poteri e sempre in grado di sconfiggere il nemico cattivo, rappresenta inoltre un modo per dimostrare tutta la nostra vicinanza ai bambini ricordando loro quanto sia importante amare e salvaguardare l’acqua partendo proprio da quei comportamenti virtuosi, da quei piccoli gesti quotidiani che si possono mettere in atto dentro le proprie case, anche nei difficili momenti dell’emergenza da Coronavirus”.Il fumetto, è solo una delle forme di narrazione scelte da BrianzAcque per contribuire a creare una cultura dell’acqua a più livelli e tra le diverse fasce di popolazione. Il gestore del sistema idrico di Monza e Brianza, da sempre è impegnato a promuovere e a sostenere l’arte nelle sue varie espressioni figurative, teatrali, letterarie e musicali.