cronaca

Coronavirus: terza notte in mare per 'Alan Kurdi', nave al limite acque territoriali

24 Ore Palermo, 9 apr. (Adnkronos) - Terza notte in mare per la nave 'Alan Kurdi' della ong tedesca con a bordo 145 migranti soccorsi nei giorni scorsi nel Mediterraneo. Si trovano al limite delle acqua territoriali a poche miglia dall'isola di Linosa, la minore delle Pelagie. Ma da ieri, a causa dell'emergenza Covid, l'Italia non è più un "porto sicuro" per i migranti. Lo stabilisce un decreto firmato ieri da quattro ministri del governo di Roma. "Tenuto conto che, in considerazione della situazione di emergenza connessa alla diffusione del coronavirus", "non risulta allo stato possibile assicurare sul territorio italiano la disponibilità di tali luoghi sicuri", si legge nel documento, "per l'intero periodo di durata dell'emergenza sanitaria nazionale derivante dalla diffusione del virus Covid-19 i porti italiani non assicurano i necessari requisti per la classificazione e definizione di Place of Safety ("luogo sicuro")". Le firme sono quelle della ministra delle Infrastruttre e dei trasporti Paola De Micheli (Pd), del ministro degli Esteri Luigi Di Maio (M5S), della titolare dell'Interno Luciana Lamorgese e del ministro della Salute Roberto Speranza (LeU).