cronaca

Coronavirus: sindaco Pozzallo, 'porti chiusi? scelta corretta, impossibile garantire sicurezza'

24 Ore Palermo, 9 apr. (Adnkronos) - "Credo che nella situazione attuale il Governo non avesse altra scelta. La trovo una decisione corretta e ragionevole". Roberto Ammatuna, sindaco di Pozzallo, da sempre in prima linea sul fronte dell'accoglienza dei migranti, plaude alla scelta del Governo Conte di chiudere i porti alle Ong straniere. L'Italia, a causa dell'emergenza Covid-19, non può più essere considerata un porto sicuro e con un decreto firmato dai ministri dei Trasporti, degli Esteri, dell'Interno e della Salute è arrivato ieri lo stop all'accoglienza dei migranti. "Oggi più che mai è fondamentale il ruolo dell'Europa - dice all'Adnkronos il primo cittadino -. L'Italia è duramente colpita dalla pandemia, è necessario che i Paesi meno coinvolti nella diffusione del virus diano un esempio di solidarietà". Già ieri Ammatuna si era opposto allo sbarco della Alan Kurdi con il suo carico di vite umane. "Non avrei mai pensato di dover negare l’ospitalità a chi rischia di morire per cercare di vivere una vita dignitosa - ammette -. Eppure, per la prima volta, ho dovuto farlo per tutelare la salute dei miei concittadini. Impossibile oggi gestire un eventuale sbarco". Perché a Pozzallo, così come in molte altre città della Sicilia, mancano i tamponi persino per chi esce dalla quarantena. "Non è possibile accogliere in sicurezza i migranti, a rischio, oltre alla salute dei nostri concittadini, c'è anche quella di questa povera gente in fuga da guerre e violenze". "Superata l'emergenza sanitaria - sottolinea Ammatuna - torneremo a essere quello che siamo sempre stati e che vogliamo continuare a essere: un Paese che fa dell'accoglienza nella piena legalità la sua bandiera". Ecco perché, secondo il sindaco di Pozzallo ("da sempre di centrosinistra, anche se non iscritto a nessun partito"), la posizione di chi, come +Europa, sostiene sui porti chiusi l'attuale Governo non si discosti di molto dalle tesi del leader della Lega Matteo Salvini è "irragionevole". "Le dichiarazioni di certe elite salottiere fanno male al Paese e alimentano il germe del razzismo che in Italia è sempre più forte. Danno forza ai ragionamenti di chi dice 'si guarda prima ai migranti e poi agli italiani'. Io non ho mai detto 'no' all'accoglienza e non sono mai stato un salviniano, però credo che chi fa politica debba mantenere sempre un contatto con il territorio, avere il polso della situazione. Ancorarsi alla realtà - conclude Ammatuna - è indispensabile per chi governa e basterebbe guardare alla situazione di tanti Comuni italiani per capire che in questo momento non è possibile assicurare un'accoglienza in piena sicurezza a questi disperati. Ora più che mai è necessario il coinvolgimento dell'Europa".