cronaca

Coronavirus: commissione a lavoro su Trivulzio, si parte da analisi documenti

24 Ore Milano, 9 apr. (Adnkronos) - "Non stabilire le eventuali responsabilità, quello è compito della magistratura, ma capire se ci sono state anomalie nell'organizzazione e nell'uso delle risorse". E' questo il compito affidato alla Commissione d'inchiesta che dovrà far luce su quanto accaduto al Pio Albergo Trivulzio e su un numero di morti che, secondo le denunce presentate da parenti e sindacati in procura a Milano, sarebbero riconducibili a una serie di possibili errori nella gestione dell'emergenza coronavirus. A presiedere la commissione è Vittorio Demicheli di Ats Milano, tra i componenti l'ex pm di Mani Pulite Gherardo Colombo e Giovanni Canzio, presidente dell'Organizsmo regionale anticorruzione. "La prima riunione per decidere l'impianto metodologico potrebbero arrivare nei prossimi giorni", spiega una fonte all'Adnkronos, anche se le modalità di azione delle commissioni sono piuttosto standard: si inizia dall'analisi dei documenti - "in questo caso cartelle cliniche, provvedimenti e linee guida approvati dalla Regione Lombardia, confronti con le altre case di riposo, numero dei decessi registrati anche prima del Covid-19" - quindi in una seconda fase "si potrebbe passare ad audit di chi lavora all'interno della struttura" nota come Baggina. A far luce su quanto accaduto nelle altre Rsa che hanno ospitato pazienti Covid sarà invece un'altra commissione d'inchiesta, ma con una tempistica diversa. In tutto sono 15 le strutture lombarde che hanno aperto le porte a 150 malati. Sette a Bergamo, cinque nell'Ats Metropolitana ossia l'area di Milano e Lodi, due nell'Ats Val Padana che comprende le zone di Mantova e Cremona.