politica

Coronavirus: Meloni, 'Conte pensa di avere pieni poteri, collaborare non significa tacere'

24 Ore Roma, 10 apr. (Adnkronos) - "il governo ha posto la fiducia al Senato sul decreto Cura Italia, facendo così decadere ogni emendamento presentato dalle opposizioni e smentendo nei fatti la volontà di condivisione raccontata in pubblico. Il decreto non era stato condiviso con le opposizioni durante la sua stesura, non lo è stato neppure con il passaggio parlamentare. Con buona pace della presunta centralità del Parlamento. Il premier Giuseppe Conte ha probabilmente mal interpretato l'invito del Presidente della Repubblica alla collaborazione tra forze politiche: sembra aver capito che a lui e al suo governo siano stati dati pieni poteri e all'opposizione solo il compito di tacere e votare qualsiasi provvedimento. Una nuova e bizzarra versione di unità nazionale". Lo scrive Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d'Italia, in un intervento su 'La Verità'."Siamo -aggiunge- e saremo responsabili, non c'è bisogno di chiedercelo. Ma la nostra responsabilità la mettiamo solo al servizio dell'Italia. Questo vuol dire aiutare il governo a fare bene, ma anche dire con chiarezza quando sbaglia. È quello che abbiamo fatto fin dal primo giorno di questa maledetta epidemia". "Anche in piena crisi sanitaria, sociale ed economica, il governo più a sinistra della storia d'Italia non rinuncia ai suoi dogmi ideologici. Così rischiamo la desertificazione del nostro tessuto produttivo e una ecatombe occupazionale. Fratelli d'Italia -ribadisce Meloni- continuerà a formulare le sue proposte nell'interesse dell'Italia, e nell'interesse dell'Italia continuerà a dire con chiarezza quando il governo sbaglia. Questo è il compito di una opposizione responsabile e patriottica".