cronaca

Palermo: furti di carburante nella discarica di Bellolampo, 21 arresti tra cui dipendenti Rap

24 Ore

Palermo, 29 giu. (Adnkronos) - Scoperti una serie di furti all'interno della discarica di Bellolampo a Palermo. Sono 21 gli arresti eseguiti all'alba di oggi dai Carabinieri e 4 misure di obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Tredici persone sono finite in carcere e otto ai domiciliari. Sono accusate, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e ricettazione, falsa attestazione della presenza in servizio, furto aggravato e ricettazione. L’attività investigativa, avviata nel gennaio 2018, ha permesso di "delineare e smantellare l’operato di un gruppo di persone – 13 tra cui 10 dipendenti della Rap e due gestori di distributori di carburante – costituito in una vera e propria associazione per delinquere, che ha commesso innumerevoli furti di ingenti quantità di carburante all’interno del sito di smaltimento dei rifiuti solidi urbani di Bellolampo, con successiva ricettazione dello stesso".

"Organizzate secondo ruoli ed incarichi ben delineati (la vedetta, l’autista, l’addetto al rifornimento) ed in costante contatto tra loro, utilizzando un linguaggio criptico per simulare le intenzioni illecite, le stesse realizzavano i furti durante i turni di lavoro, prelevando il carburante dagli autocompattatori, dalle autocisterne e dagli altri mezzi aziendali della discarica; è stato registrato un prelievo medio giornaliero di circa 1.300 litri di carburante", dicono gli investigatori.

L’attività del gruppo "veniva diretta da un dipendente dell’azienda, che sovrintendeva alle fasi decisionale, organizzativa ed esecutiva, provvedendo anche al reclutamento dei complici esterni all’azienda ed all’individuazione dei soggetti a cui vendere il carburante".