economia

Nucleare: fisico francese, 'Edf rinunci a prolungare reattori più vecchi'

24 Ore Parigi, 22 gen. (Adnkronos) - Il colosso energetico francese Edf dovrebbe rinunciare a prolungare l'attività dei reattori nucleari più vecchi. A sostenerlo, in un'intervista a Le Monde', è il fisico nucleare francese Bernard Laponche, ex membro del Commissariato all'energia atomica e confondatore dell'associazione di scienziati Global Chance. "Se i 32 reattori più vecchi fossero in un buono stato potremmo fissare le condizioni per prolungare il loro funzionamento e giudicare poi se è possibile farlo. Ma non è così: il parco nucleare francese è preoccupante. Basta leggere l'ultimo rapporto dell'Asn, l'Autorità per la sicurezza nucleare francese, per capirlo", sottolinea Laponche. Nel rapporto, rileva il fisico, in particolare, "c'è scritto che il numero di eventi significativi 'aumenta regolarmente da alcuni anni'". Per Laponche "Edf dovrebbe dire che è meglio avere 20 reattori che funzionano bene e che sono stati riparati e fermare rapidamente gli altri piuttosto che lasciarli tutti funzionare dopo i 40 anni di attività. Per l'ex presidente dell'Autorità di sicurezza nucleare statunitense, Gregory Jaczko voler modernizzare questi reattori degli anni '50 per farli raggiungere un livello accettabile è come chiedere a una persona malata di correre la maratona".