Politiche

Reggio Emilia: da Fse 128.000 euro per progetto 'Insieme nella cura'

24 Ore Reggio Emilia, 17 ott. (Labitalia) - Un finanziamento di 128.000 euro per il progetto 'Insieme nella cura' rivolto alle donne migranti che nel Reggiano svolgono un lavoro di cura, in particolare le cosiddette assistenti familiari o badanti. Lo ha ottenuto la Provincia di Reggio Emilia dal Fondo sociale europeo. Il progetto, redatto dalla dirigenza della Provincia in collaborazione con l'associazione 'Anziani e Non Solo', è stato presentato in questi giorni alla commissione provinciale Sicurezza sociale dagli assessori Ilenia Malavasi e Marco Fantini, dalla dirigente Loredana Dolci e da Francesca Correggi. Il progetto dimostra come "ancora  una volta  la nostra Provincia -ha detto la presidente della commissione provinciale Sicurezza sociale, Angela Zini- sia attenta alla qualità della vita dei suoi cittadini, al benessere  di chi viene nel nostro Paese per lavorare accanto a chi vive nella sofferenza, ma soprattutto alla cura delle persone più fragili, quelle non autosufficienti". Il progetto, infatti, si pone l'obiettivo di migliorare i livelli di gestione ed erogazione dei servizi pubblici e aministrativi rivolti a donne migranti che assistono persone non autosufficienti e vede come partner della Provincia - che svolge la funzione di coordinamento e di governance istituzionale - l'Ausl di Reggio Emilia e le associazioni 'Anziani e non solo' e 'NonDaSola'. Il percorso - sostenuto anche dai Comuni reggiani, da Rete Terza Età, da Cgil e Cisl - si snoda attraverso la ricerca delle buone pratiche svolte a livello locale e la formazione degli operatori dei servizi pubblici del territorio, mirata a conoscere le problematiche principali del delicato lavoro di cui sono protagoniste le donne immigrate che svolgono il lavoro di badanti.