cronaca

‘Ndrangheta: Dda Catanzaro confisca beni per 350mila euro ad affiliato cosche lametine

24 Ore Catanzaro, 3 mar. (Adnkronos) - I finanzieri del Comando Provinciale di Catanzaro, coordinati dal procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, e dall’Aggiunto Vincenzo Capomolla, hanno confiscato beni per un valore di 350mila euro appartenenti a un esponente della cosca di ‘ndrangheta "Cerra-Torcasio-Gualtieri" di Lamezia Terme. Destinatario della misura, emessa dal Tribunale del capoluogo calabrese su richiesta della Dda catanzarese, è Vincenzo Torcasio, alias "u niuru", soggetto che da molti anni gravita nel contesto delle cosche di ‘ndrangheta, dapprima "Cerra-Torcasio-Gualtieri" e poi "Giampà", condannato nell’ambio del procedimento penale "Perseo". La confisca rappresenta l’epilogo delle indagini di polizia economico-finanziaria, svolte dalle Fiamme Gialle lametine, finalizzate all’individuazione e al recupero dei patrimoni illeciti accumulati dai soggetti indiziati di appartenenza alla ndrangheta grazie ai proventi delle attività criminali compiute negli anni. La particolarità delle indagini svolte è stata quella di ricondurre gli immobili oggetto della confisca nella disponibilità di Torcasio, sebbene l’intestazione formale degli stessi beni risultava in capo a un prestanome.