spettacolo

Battiato: l’artista all’amico prete, ‘sono in pace, ho fatto una vita bella’ (2)

24 Ore (Adnkronos) - Padre Guidalberto sta raggiungendo l’amico per dargli l’addio: sarà lui a celebrare i funerali in forma riservatissima e del tutto privata. Come sarà l’ultimo addio? “Penso che ‘La cura’ incarni gran parte dei suoi contenuti. Questi poi sono tempi di cura: la pandemia ci ha fatto riscoprire il linguaggio bellico, ora più che mai c’è bisogno di un linguaggio di cura, l’uno dell’altro, del pianeta. Vale ciò che è cura”.L’amico rimpiange anche l’artista unico: “I nostri tempi faticano a raggiungere il livello artistico e intellettuale del secolo scorso. Mi auguro si superi però si fatica e spero che questa crisi sanitaria e umana faccia capire a tutti quante cose belle insieme aveva Battiato: l’intellettuale, il poeta, lo spirituale, l’uomo sincero: ci mancheranno tante cose belle insieme”. Resta l’immagine di Franco Battiato: “Quegli occhi luminosi penetranti e il sorriso che dà grande pace”, dice l’amico sacerdote. Battiato lascia anche un impegnativo testamento spirituale: “Credere che ci può essere un mondo più bello di quello che abbiamo. Lui ci credeva e ha offerto tutto ciò che ha potuto. Da lassù, Franco Battiato ci ricorda che ci vuole più umanità, più cura”. (di Elena Davolio)