Politiche

Benenvento: incontro su impiego lavoratori Consorzi rifiuti

Enti locali territoriali sanniti sono pronti a dare corso al progetto.
24 Ore Benevento, 9 nov. (Labitalia) - Gli enti locali territoriali sanniti sono pronti a dare corso al progetto per l'impiego dei lavoratori dei Consorzi rifiuti di bacino BN1, BN2, BN3, ma chiedono l'accredito delle risorse finanziarie da parte della Regione e un tavolo tecnico operativo con la stessa. E' questo il succo della riunione svoltasi ieri, presso la sala giunta della Provincia di Benevento cui hanno preso parte gli assessori all'Ambiente della Provincia e del Comune di Benevento, Gianluca Aceto e Luigi Abbate; il segretario generale della Provincia, Claudio Uccelletti; Carmine Cossiga, commissario Consorzio BNI; Emilia Tarantino, Commissaria Consorzio BN2; Paolo Viparelli, direttore tecnico della Samte; Massimo Romito, direttore tecnico dell'Asia di Benevento.Nel corso della seduta si è appurato che l'approvazione del progetto per l'impiego dei lavoratori dei Consorzi di Bacino BN1, BN2, BN3 da parte della giunta regionale è intervenuta il 29 ottobre, ma il provvedimento non è stato ancora trasmesso alla Provincia di Benevento. Pertanto, sono stati comunque avviati gli atti per individuare i problemi tecnici e amministrativi da risolvere per l'attuazione del progetto e che consigliano di chiedere alla Regione di convocare immediatamente un apposito tavolo, nonché ai sindacati provinciali per discutere le modalità operative di attuazione del progetto. Secondo Romito, infatti, che ha ricordato che il progetto, nell'ultima versione proposta, per un importo complessivo di 2.315.000 euro, è finalizzato all'implementazione della raccolta differenziata nei Comuni sanniti, anche mediante l'utilizzo del personale dipendente dei Consorzi, è necessario che le maestranze tutte si impegnino esplicitamente ad accettare qualsiasi tipo di mansione compatibile con il livello di appartenenza. L’assessore Abbate ha chiesto certezze in merito alla erogazione dei finanziamenti regionali. L'assessore Aceto, dal canto suo, ha evidenziato che né la Provincia, né Samte né gli altri enti locali potrebbero procedere ad anticipazioni, anche in considerazione dei vincoli dovuti al rispetto del patto di stabilità, come precisato dal segretario Uccelletti. In conclusione, il tavolo di lavoro ha concordato di: chiedere alla Regione la convocazione a vista di apposito tavolo tecnico e istituzionale; convocare i sindacati provinciali per mettere a punto le modalità attuative del progetto; informare il Prefetto di Benevento dello stato di attuazione del progetto; predisporre la comunicazione ai Comuni sanniti della distribuzione dei lavoratori presso i cantieri comunali, affinché gli enti possano procedere all'organizzazione del lavoro.