Sostenibilita

Al via 'Green-It', data center eco-compatibile della Regione Campania

24 Ore Napoli, 9 nov. - (Adnkronos) - Entro la fine dell'anno sarà attivato in Campania il Green-It, un data center che riduce l'impatto dei propri sistemi It anche in termini di emissioni di CO2. Lo annuncia un comunicato stampa della Regione Campania, "tra le prime pubbliche amministrazioni a realizzare un progetto che affronta la sfida dell'efficienza energetica". A regime l'infrastruttura Green-It della Regione Campania potrà ospitare e gestire fino a 1000 server, interconnessi e collegati a internet, alla intranet regionale e alla extranet delle pubbliche amministrazioni del territorio, gettando le basi del Cloud computing regionale. ''I lavori del data center ecocompatibile della Regione Campania sono stati avviati nel mese di marzo e porteranno, entro la fine del 2011, all'attivazione di un centro dati in grado di garantire un uso razionale di energia e di risorse IT, in linea con il Codice di condotta per l'efficienza energetica dei data center'', ha dichiarato l'assessore alla Ricerca Scientifica della Regione Campania, Guido Trombetti. ''Green-IT significa progettare e realizzare, nel pieno rispetto dell'ambiente, le infrastrutture informatiche per l'erogazione dei servizi IT (Information Technology), seguendo criteri che consentano il risparmio energetico e l'uso razionale delle risorse'', ha aggiunto Trombetti. Con il nuovo sistema, spiega la nota, "saranno conseguiti significativi benefici in termini di: massimo ritorno dell'investimento nel tempo grazie a modelli e standard innovativi, oltre ad una massima flessibilità architetturale; bassi costi di esercizio attraverso sistemi ad alta efficienza energetica; elevata disponibilità con sistemi totalmente ridondati e assenza di point of failure; massime prestazioni con l'utilizzo di tecnologie al top dello stato dell'arte che evitano la mancanza di risorse informatiche, soprattutto a livello centrale; scalabilità massima ed economicità di ampliamento/crescita grazie all'adozione di tecnologie plug and play e ad una struttura gerarchica che cresce con il data center". Negli ultimi anni è aumentata l'attenzione verso l'impatto dei data center sul consumo energetico: la loro rapida crescita ha fatto sì che il numero dei server aumentasse di 6 volte in 10 anni, incrementando, di conseguenza, anche il consumo di elettricità per via di modelli sempre più potenti rispetto ai precedenti. A ciò si aggiunge il fatto che i sistemi sono 'always on', cioè sempre connessi e quindi in grado di generare continuo utilizzo di risorse energetiche. In un data center l'energia complessiva è usata per il 55% dai sistemi di alimentazione e raffreddamento e per il 45% dal carico dovuto all'erogazione dei servizi It. Per quanto riguarda i server, il 70% è consumato dai sistemi di alimentazione, memorie, ventilatori e solo il 20% del carico è usato per la computazione effettiva, poichè sono processi in attesa (i cosiddetti cicli idle).