Sostenibilita

Cresce l'attenzione per l'ambiente ma solo 1 famiglia su 3 'differenzia'

24 Ore Roma, 9 nov. (Adnkronos) - Cresce l'attenzione verso le tematiche ambientali ma le famiglie italiane non sono ancora abbastanza informate sulla raccolta differenziata e il riciclo della plastica. E' quanto emerge da una ricerca su scala nazionale condotta da Swg per Moige, Movimento genitori e Corepla, Consorzio Nazionale per la Raccolta. Forte la richiesta di indicazioni più chiare, soprattutto sulla destinazione degli imballaggi raccolti: 3 italiani su 4, infatti, dichiarano di avere un’idea molto vaga (45%) o di non averla assolutamente (28%). Sebbene il 71% dei genitori intervistati dichiari di fare la raccolta differenziata in famiglia - si legge in una nota - un genitore su 3 (29%) dichiara di farla solo qualche volta o di non farla affatto. Per il 33% degli intervistati la raccolta differenziata risulta essere una faticosa necessità o un inutile spreco, mentre il 67% la considera una cosa comunque positiva. Carta, plastica e vetro sono i materiali per i quali la raccolta differenziata è maggiormente effettuata (oltre l’80%). In merito alla plastica i genitori appaiono confusi: i risultati evidenziano che 7 famiglie su 10 (70%) raccolgono indistintamente tutti gli oggetti in plastica, mentre appena un quarto solo gli imballaggi, come invece dovrebbe essere. La possibilità, inoltre, di produrre calore ed energia attraverso il recupero energetico degli imballaggi di plastica è un’informazione nota a 1 genitore su 2 (54%). Sul tema “raccolta differenziata” e “riciclo” le donne - evidenziano i dati - sembrano più preparate degli uomini, e sono loro che in casa si occupano maggiormente di raccolta differenziata. Da segnalare anche le diversità territoriali sulla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica: l’Italia risulta praticamente spaccata in due, con il Nord che primeggia sul Meridione. Ai primi 5 posti per raccolta pro-capite/anno, nel 2010 spiccava, troviamo infatti, la Valle d’Aosta, la più virtuosa in assoluto, seguita da Veneto, Piemonte, Trentino Alto Adige e Lombardia. 'Maglia nera' alla Calabria, preceduta da Sicilia, Basilicata e Molise. Per avvicinare ulteriormente le famiglie alla tematica ambientale partirà domani, dall'Emilia Romagna, la campagna di durata biennale 'Non rifiutiamoci', promossa da Moige e Corepla, che interesserà 70 scuole elementari dislocate su tutto il territorio nazionale. Nella sua prima annualità il 'tour' coinvolgerà anche Lazio, Liguria, Lombardia e Umbria. "I problemi ecologici e relativi alla tutela del nostro ambiente toccano ciascuno di noi genitori e la società è chiamata a risolverli", commenta Maria Rita Munizzi, presidente nazionale del Moige. "È importante - prosegue - che genitori e ragazzi imparino a essere soggetti attivi del processo di raccolta differenziata e riciclo della plastica. Questo è l’obiettivo che 'Non Rifiutiamoci' si pone”. "L’ambiente famigliare - ribasce Giuseppe Rossi, presidente di Corepla - è decisivo per la formazione di una cultura della responsabilità, per questo abbiamo scelto di coinvolgere figli e genitori insieme".