Patto di stabilità e pagamenti Pa
Un convegno dell'Ance

Villa Mimosa (foto: SassariNotizie.com)
Villa Mimosa (foto: SassariNotizie.com)
SASSARI. Negli ultimi anni, il forte irrigidimento delle condizioni del Patto di stabilità interno ha esasperato il problema dei ritardati pagamenti della Pubblica amministrazione, determinando una situazione di forte sofferenza per le imprese di costruzioni, già pesantemente colpite dalla stretta creditizia operata dalle banche a causa della crisi economico finanziaria.
Allo stesso tempo, gli Enti locali si trovano oggi a fronteggiare restrizioni di bilancio che riducono considerevolmente l'autonomia finanziaria, incidendo sulla capacità di spesa delle risorse economiche a disposizione, generando di conseguenza anche un diffuso malcontento delle comunità locali.
Dal gennaio 2013, inoltre, queste criticità rischiano di essere amplificate dall`estensione del Patto di stabilità interno a tutti i Comuni al di sopra dei 1.000 abitanti.
Per tali ragioni, l’adozione di opportune modifiche alle norme che regolano i vincoli del Patto di stabilità risultano ormai una priorità sollecitata da tutte le componenti economiche e amministrative del paese.
Un allentamento dei vincoli del Patto per gli Enti locali virtuosi e le Province in regola con i suoi vincoli, infatti, consentirebbe l’utilizzo da parte di tali Enti delle risorse a disposizione per la realizzazione delle opere immediatamente cantierabili e di tutti quegli investimenti destinati alla ripresa economica.
Non bisogna tuttavia trascurare alcune possibilità offerte dalla normativa attuale per limitare gli effetti negativi del Patto stesso. Una di queste consiste nel prevedere la gestione del Patto di stabilità attraverso la sua regionalizzazione che, a detta dell’Associazione nazionale costruttori edili, nel 2011 si è dimostrata uno meccanismo molto utile per limitare gli effetti negativi del Patto e liberare pagamenti dovuti alle imprese.
Alla luce di questa situazione  per  favorire un momento di approfondimento degli aspetti tecnici e politici del problema, l’ANCE Nord Sardegna organizza uno specifico convegno che si terrà giovedì 21 giugno, alle ore 10.00, a Sassari, presso la sede di Villa Mimosa.
Il convegno è rivolto agli Amministratori e Funzionari degli Enti locali e ai Titolari d’impresa. Ad aprire i lavori sarà Andrea Piredda, Presidente ANCE Nord Sardegna e a seguire sono previsti gli interventi di Antonio Gennari, Vice Direttore dell’ANCE, Giampiero Lavena, Capo di Gabinetto dell’Assessorato Regionale al Bilancio e alla Programmazione, Cristiano Erriu, Presidente dell’ANCI Sardegna, il Prof. Mauro Mazza, dell’Università degli Studi di Bergamo, Mirella Pintus, Direttore della Ragioneria Territoriale dello Stato di Sassari/Olbia – Tempio e Romain Bocognani, dell’Ufficio Studi dell’ANCE.
© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • Villa Mimosa (foto: SassariNotizie.com)