turismo attivo

Anche Ittiri avrà l'ippovia
Prato: "Primo tratto entro l'anno"

Nuova tappa del progetto Sardinia Super Horse. Aumenta il numero di località toccate dal percorso
di Valentina Guido
A cavallo (foto: SassariNotizie.com)
A cavallo (foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. “Sardinia Super Horse” può contare una tappa in più lungo il suo percorso: è Ittiri, che è stata inserita nel progetto ippovia dell'assessorato regionale all'Agricoltura. L'accordo è stato comunicato venerdì scorso, durante un incontro avvenuto a Ittiri, nel centro Coros, tra l'assessore all'Agricoltura Andrea Prato e le amministrazioni comunali comprese nel tragitto Alghero-Badde 'e Salighes.
Secondo Prato, «Ittiri ha tutte le carte in regola per entrare in un piano che vuole valorizzare l'intero territorio regionale e consentire alle aziende agricole di avere un reddito integrativo», in un'ottica multifunzionale. La produzione locale di olio e carciofi potrà dare valore aggiunto ad un percorso che riprende antichi sentieri dismessi, pensato per i turisti a piedi, a cavallo e in bicicletta.


Sardinia Super Horse. Il progetto “Sardinia Super Horse” prevede la realizzazione di strade che partono dal mare e arrivano nel cuore della Sardegna. L'obiettivo è destagionalizzare e valorizzare anche le zone interne dell'Isola, attirando flussi di turismo diversi da quello balneare: cicloturismo, turismo ippico e attivo in genere. Il primo tratto partirà da Alghero e si dipanerà per un centinaio di chilometri fino a Badd'e salighes, toccando Villanova Monteleone, Monteleone Roccadoria, Romana, Putifigari, Padria, Mara, Cossoine, Pozzomaggiore, Giave, Torralba, Bonorva, Ittiri e Bolotana. I turisti che atterreranno in Sardegna potranno intraprendere il percorso a cavallo, a piedi e in bicicletta, e lungo la via, troveranno diversi “agri-autogrill”, autogrill rurali nei quali i produttori avranno l'opportunità di vendere direttamente al pubblico i prodotti tipici dell'Isola. Naturalmente un progetto di questo tipo richiede anche l'impegno degli imprenditori e delle amministrazioni locali, toccate dall'ippovia, che dovranno favorire lo sviluppo dell'”albergo diffuso” e di nuovi agriturismo.
Secondo i piani dell'assessorato, in futuro il percorso dovrebbe comprendere nuove ramificazioni da Olbia e Cagliari, in modo da raggiungere tutti gli “hub” della Sardegna. In totale l'ippovia sarà lunga 1700 chilometri.
I lavori per inserire Ittiri nel percorso inizieranno tra breve in modo da rendere il tratto Alghero-Badde 'e Salighes percorribile entro l'estate.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  • A cavallo (foto: SassariNotizie.com)