All'Istituto Zooprofilattico
riniziata la produzione di vaccini

 (foto: Addetto stampa Istituto Zooprofilattico della Sardegna)
(foto: Addetto stampa Istituto Zooprofilattico della Sardegna)
SASSARI. Riprende la produzione di vaccini nei laboratori dell’Istituto Zooprofilattico della Sardegna (IZS). Dopo la soluzione di un problema tecnico che aveva causato la sospensione temporanea delle attività, il Dipartimento Produzioni di via Duca degli Abruzzi comunica agli utenti e a tutti gli allevatori che già dalla prossima settimana saranno disponibili i primi lotti dei vaccini più richiesti in questo periodo.

Da lunedì 22 saranno di nuovo in distribuzione i vaccini contro l’aborto salmonellare e le mastiti da stafilococco, mentre mercoledì 24 arriveranno quelli contro la gastroenterotossiemia degli ovini e dei caprini. A partire dal 10 novembre, infine, comincerà la distribuzione dei preparati contro l’agalassia contagiosa e di tutti gli altri vaccini utili per la profilassi delle malattie animali.  
«Ci scusiamo con gli utenti e ci dispiace per la situazione che si era venuta a creare – commenta il direttore generale dell’Istituto Zooprofilattico, Antonello Usai -. Da quando è stato riscontrato il problema tecnico nei laboratori abbiamo preso immediate contromisure per far ripartire al più presto l’attività e fatto fronte alle richieste con i vaccini già prodotti e disponibili in magazzino. Purtroppo la chiusura estiva di alcune aziende fornitrici non ci ha permesso di accelerare i tempi di soluzione del problema – conclude il direttore -, ma ora siamo di nuovo pronti a soddisfare le domande della nostra utenza».
Le richieste di vaccino possono essere inoltrate direttamente alla sede di Sassari dell'Istituto Zooprofilattico o tramite i Dipartimenti territoriali di Nuoro, Oristano e Cagliari. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito internet dell’IZS all’indirizzo www.izs-sardegna.it nella sezione Carta dei servizi.  


© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Addetto stampa Istituto Zooprofilattico della Sardegna)