Florinas in giallo, torna in scena
il festival dei misteri e dei delitti

di Francesco Bellu

FLORINAS. Per il terzo anno consecutivo Florinas si trasforma da tranquillo paese del Logudoro in una terra abitata da misteri in cui si incrociano ispettori letterari come Kostas Charitos o si da uno sguardo alle imprese da "romanzo criminale" del Libanese e Scrocchiazzappi. Dal 9 all'11 novembre torna "Florinas in giallo", festival di letteratura noir fatto di appuntamenti e incontri con chi il noir lo scrive, lo respira e lo vive attraverso le sue mille sfumature. A fare da scenario sarà la tensostruttura che ospiterà scrittori, giornalisti, commissari, medici legali. Figure capaci di raccontare al pubblico i retroscena dei casi di cronaca a cavallo tra la finzione e la cruda realtà.

Anteprima. Un piccolo assaggio si svolgerà l'8 novembre con un'anteprima alle 20 nel Vecchio Mulino a Sassari. Il cuore del centro storico risuonerà della musiche del brivido, cioè delle colonne sonore che tanta parte hanno nel creare le atmosfere giuste in un film "di paura". Ci saranno immancabili classici come Bernard Herrman, autore ormai cult di partiture come "Psycho", "Gli uccelli", "La donna che visse due volte", tutti di Alfred Hitchcock, o come il tema de "L'esorcista". Modera il cantautore Giovanni Peresson che dialogherà con la critica musicale Gabrielle Lucantonio.

Il programma. Dal 9 il festival rimane in pianta stabile a Florinas con una serie di eventi inseriti in delle "rubriche" a tema: Guardie e Ladri, C'è di mezzo il mare, Breve lezione di storia del giallo. Ospiti saranno di volta in volta: Luciano Marroccu, docente di storia all'università di Cagliari che con la creazione dei due ispettori Luciano Serra e Eupremio Carruezzu si è affermato nel mondo del giallo, Marco Ciriello, scrittore napoletano che racconterà la sua città vista dal marciapiede, dalla strada, andando oltre "Gomorra", Giulio Massorbio, all'esordio letterario con "Occhi chiusi", Gianni Biondillo, scrittore di romanzi, autore di televisione e cinema. Peppe Rizzo punterà il suo focus sulla Sicilia e le "ammazzatine da Capuna a Camilleri", mentre Daniele Miglio, attore nel ruolo di Scrochiazzeppi in "Romanzo criminale" immergerà il pubblico nei meandri della Banda della Magliana con letture da "Io sono il Libanese" di Giancarlo De Cataldo. Spazio anche un classico "non giallo": il pasticciaccio brutto di via Merulana di Carlo Antonio Gadda riletto sempre da Miglio con Paola Soriga. A raccontare il mondo del "professionismo criminale" ci saranno, invece, Gianni Pesce, ex commissario di Polizia che prima di iniziare la sua attività di romanziere ha passato le sue giornate a stretto contatto con la criminalità urbana di Cagliari, Maria Francesca Chiappe, giornalista di cronaca giudiziaria de L'Unione sarda che ha seguito i casi più scottanti dell'Isola, Elena Mazzeo, direttrice dell'istituto di medicina legale a Sassari, figura chiave nelle indagini dei casi di cronaca nera del territorio. Ogni faccia a faccia sarà moderato da giornalisti e scrittori come Pietro Picciau, Giulia Bardanzellu, Daniele Murino, Flavio Soriga, Vindice Lecis, Alberto Urgu.

Eventi collaterali. Anche i più piccoli avranno un loro spazio grazie ai laboratori della Comes, Cooperativa mediateche sarde, che coinvolgerà i bambini in tre appuntamenti nella biblioteca comunale: Segnalibromania, la caccia al tesoro "in giallo" e "indomimilibrando". La Grecia di Petros Markaris e del suo commissario Charitos entrerà in scena grazie alla cucina dei piatti tradizionali ellenici. Sapori del giallo curati da Pasquale Porcu, giornalista e critico enogastronomico de La Nuova Sardegna. Per l'occasione è prevista anche una decustazione di cibi greci fatti dal take away "Hellas" di Sassari.  Per chi invece non vuole rinunciare ai sapori di casa, per tutta la durata del festival, sarà possibile degustare un menù tipico florinese a base del meglio della produzione del territorio. Lo spazio musicale è, invece, affidato alla Funky Jazz orchestra di Berchidda, un ensemble di 26 musicisti che si esibiranno lungo le strade del paese. A loro si aggiungono i ritmi caraibici della salsa e della rumba con il balletto letterario affidato a Yaima Gonzalez e Julio Casanas, con le letture dell'attore Daniele Monachella su testi del drammaturgo cubano Reinaldo Monteroun. Per chi invece vuole immergersi in atmosfere classiche alla Agatha Christie sarà servita un aperitivo con delitto proposto dalla compagnia Bobò Scianel. 

L'organizzazione. Il festival nasce dalla passione e dalla volontà dell'amministrazione comunale che ha strutturato l'evento con la direzione artistica del collettivo Giallo acido, il supporto logistico della cooperativa Le Ragazze Terribili, più l'aiuto per la vendita e la promozione dei libri a cura della Libreria Azuni di Sassari. Il collettivo Giallo acido è animato dal libraio e cantautore Giovanni Peresson, i giornalisti Alberto Urgu (Radio Press) e Daniele Murino (SassariNotizie), gli scrittori Luciano Marroccu e Flavio Soriga. Per informazioni 079.28.22.015, festivalflorinas@hotmail.com. Siti Internet e social network: www.florinasingiallo.it, www.facebook.com/FlorinasinGiallo-FestivalLetterarioIIIEdizione. La manifestazione è stata presentata stamattina in Provincia alla presenza del sindaco di Florinas Giovanna Sanna, l'assessore provinciale alla Cultura Daniele Sanna, insieme al collettivo Giallo Acido, le Ragazze Terribili, Comes e Bobò Scianel.

 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo