Bacco, tradizioni e storia antica
Torna sabato "In vino veritas"

di Francesco Bellu
 (foto: assesempione.info)
(foto: assesempione.info)

SASSARI. Vino e cibo, binomio indissolubile al centro della serata "In vino veritas" che si terrà sabato alle 18,30 nel Museo Archeologico nazionale "Sanna". L'appuntamento rientra nella rassegna ideata e voluta dall’Associazione Culturale Tabvlarasa “Dalla Natura alla Cultura”. L'evento è patrocinato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici per le Province di Sassari e Nuoro, Museo Archeologico Nazionale “G.A. Sanna”, S’Ed - Servizi educativi del Museo e del Territorio, inizierà con gli interventi di Massimo Corrado presidente nazionale dell’Associazione Go Wine.
 
Al centro dell'incontro, come rimarca in una nota l'associazione culturale, «ci sarà il vino come prodotto legato alla cultura di un territorio e come espressione della civiltà rurale. Il vino va pertanto valorizzato e difeso come prodotto agricolo, contro le tentazioni che in un mondo sempre più globalizzato possono trasformarlo in un prodotto industriale, privo di quei connotati di tipicità che ne costituiscono invece il tratto distintivo. L'incontro fra mondi e culture diverse deve semmai essere per il consumatore occasione per conoscere la cultura di tanti e diversi territori, riconoscendo a ciascuno dignità e rispettando il patrimonio che portano con sé».
 
Il programma:

Saluti del direttore del Museo Sanna, Gabriella Gasperetti, interventi di Massimo Corrado, Presidente Nazionale Go Wine su "Scoprire il vino e i suoi paesaggi"; Tonino Arcadu, Cantine Gostolai, "Vini dell’identità enologica sarda", e Gianmario Demartis, archeologo , "Le Rappresentazioni dell’uva nell’arte popolare sarda". Modera: Alessandro Ponzeletti. In seguito il monologo di Gianluca Medas: "Racconti di...vini"  e poi incontro con i produttori, degustazione dei vini a cura delle cantine: Gostolai di Oliena, Orro di Tramatza , Deidda di Simaxis, Chessa di Usini e delle selsezioni di vini piemontesi. Si chiude con la degustazione di prodotti tipici offerti dalla salumeria "da Adelaide" di Sassari e l'azienda agricola Truvunittu di Osilo e l'esposizione di tappeti sardi a cura di Davide Tomassi. Esposione abiti a tema a cura di Lucia Deligios.

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: assesempione.info)