PRIMARIE DEL CENTROSINISTRA

Puppato: «Basta polemiche,
c'è bisogno di concretezza»

di Francesco Bellu
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. È arrivata in Sardegna stamattina in nave. Una tappa voluta, cercata quella di Laura Puppato, unica candidata donna alle primarie del centrosinistra che si terranno domenica in tutta Italia. Ultima arrivata nell'Isola, per ordine di tempo, dopo Vendola, Renzi, Tabacci e Bersani. Un piccolo tour che toccherà i due "capi" territoriali storici: Sassari in mattinata e Cagliari nel tardo pomeriggio. Ha puntato subito le sue carte basate sul suo essere una figura nuova, diversa rispetto alla politica tradizionale: «Sono l'unica a non provenire da altri partiti - ha esordito - in più ho anche uno sguardo femminile che può essere una chance in più rispetto agli altri per guardare la futuro e avere le capacità di raggiungere gli obiettivi prefissati senza dover parlare "politichese"». Forse non è un caso che punti molto su questo aspetto: domani e dopodomani è anche la giornata internazionale contro la violenza alle donne e nella sala poco prima del suo arrivo risuonano le note e la voce di Fiorella Mannoia in "Quello che le donne non dicono". «Tirarsi su le maniche è tipico delle donne, - ha continuato - gestire e custodire il bene pubblico, la propria casa, la propria azienda, tutelare ciò che viene consegnato per essere garantito è parte di noi stesse».

Ma non c'è solo la condizione femminile a tenere banco, la Puppato elenca veloce i temi del suo programma: dai costi della politica alle politiche sociali, dal lavoro alla delicata questione dei diritti civili. Il discorso tocca la green economy, l'energia low cost, il rispetto dell'ambiente visto come una via per uno sviluppo sostenibile, inquadrando il tutto nell'ottica sarda: «Chi viene qui si rende conto che c'è un patrimonio inespresso e poco conosciuto. Non possiamo continuare a cementificare l'Isola. Aveva cercato di dirlo Soru e forse oggi se ne stanno rendendo conto tutti: l'ambiente è una delle qualita' su cui dobbiamo lavorare per preservarla ma anche per farla diventare un patrimonio pubblico disponibile. Tra le mie proposte - continua - c'è quella di prendere qualsiasi opera pubblica e Bene culturale, e in Italia sono una montagna, e renderlo fruibile e visibile a costo di metterlo a disposizione degli alberghi, perché chi viene nel nostro Paese ritiene di venire nella culla della civiltà, in un museo all'aperto. La bellezza è pane, l'ambiente è lavoro». In questo senso si spiega il suo avvallo alla chimica verde che per Laura Puppato è vista seriamente una opportunità per «una terra come la vostra che è l'emblema di ciò che la classe politica non è riuscita a fare».

Sul fronte dei diritti civili è molto esplicità: unioni di fatto, matrimoni tra persone dello stesso sesso, validità legale del testamento biologico, cittadinanza ai figli di immigrati e diritto di voto nelle amministrazioni locali. «L'Italia deve muoversi lungo questa strada senza tentennamenti, in maniera tale da applicare completamente l'articolo 3 della nostra Costituzione, rendendo concreta l'uguaglianza di tutti e i diritti di tutti indipententemente dal loro credo, nazionalità o orientamento sessuale. Oggi viviamo in un Paese ingiusto». In chiusura fa un accenno ai suoi contendenti alla carica di leader del centrosinistra: «Se non fossi stata candidata alle primarie avrei votato volentieri Vendola o Bersani» e commentando le parole del segretario del proprio partito, Pierluigi Bersani, che aveva detto di appoggiare Renzi in un eventuale ballottaggio tra il sindaco di Firenze e Nichi Vendola, ha detto che ognuno la pensa a modo suo ed è giusto che sia cosi. D'altronde, spiega - «È anche una forma di pacificazione che ci vuole, perché abbiamo vissuto questi conflitti un po' sterili e assurdi. C'è bisogno oggi di concretezza e di fare una valutazione per il bene dell'Italia e non per le simpatie e antipatie che ciascuno di noi puo' avere per l'uno o per l'altro».

 

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)
  •  (foto: SassariNotizie.com)