Vendita dei biglietti sull'autobus
Raccolte più di mille firme

di Francesco Bellu
 (foto: Simone Maulu )
(foto: Simone Maulu )

SASSARI. Le firme raccolte sono arrivate ad un migliaio. E il tam tam continua con moduli da firmare sparsi tra bar, esercizi commerciali e gente comune che fa il passaparola. A distanza di un mese, la petizione di Irs-Indipendentzia Repubrica de Sardigna, "Mi vende un biglietto? Scusi ma non posso", per chiedere all'Atp di poter attivare il servizio di vendita dei ticket a bordo degli autobus, mostra come molti in città abbiano condiviso e diffuso la proposta del movimento indipendentista sardo. Un segnale concreto per cercare, finalmente, di arrivare ad una soluzione a quella che viene definita «un'anomalia tutta sassarese».

«La nostra azione non è contro l'Atp - spiega Simone Maulu di Irs - anzi, spero proprio che in seguito a questa raccolta firme collabori e prenda atto delle nostre istanze. Quella di poter acquistare il biglietto è prima di tutto un diritto per tutti. Stiamo facendo questa campagna per poter pagare il ticket nella maniera più semplice e immediata, attraverso delle macchinette all'interno del mezzo. Il servizio si trova in grandi città europee come Barcellona, ma anche a Roma, anche a Cagliari». In fondo, rimarca Maulu, a Sassari ci sono ventidue linee tra urbane e extraurbane, con 105 bus. «Basterebbero 105 macchinette, non penso sia una spesa esorbitante per l'Atp». In parallelo c'è anche la richiesta di installare, nelle varie fermate, i pannelli che segnalino i tempi di attesa in maniera tale che il passeggero possa sapere in maniera precisa quanto dovrà aspettare. «Ora distribuiscono solo un opuscolo cartaceo con gli orari, ma è poco pratico, soprattutto per chi non è della città».

Anche gli extracomunitari presenti, soprattutto nel centro storico, hanno gradito l'iniziativa e hanno, non solo firmato la petizione, ma hanno anche preso i moduli e fatto passaparola tra i connazionali. «Gli utenti sono i primi ad usare con maggiore frequenza i mezzi pubblici per spostarsi da un capo all'altro di Sassari e sanno benissimo i pregi e i difetti del sistema». Poi c'è la questione Ztl: «l'autobus è uno dei pilastri. Se funziona in maniera corretta è tutto a vantaggio della zona a traffico limitato, perché incentiverebbe le persone a passare per il centro».

La petizione può essere firmata anche su Internet sul sito http://firmiamo.it/biglietto-sul-bus e nella pagina Facebook ufficiale di Irs.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: Simone Maulu )