Porto Torres, il ministro Cancellieri
inaugura la caserma dei Vigili del fuoco

di Daniele Murino | Twitter: @DanieleMurino

SASSARI. Questa mattina, nell’area adiacente al molo di Ponente, è stata inaugurata la nuova caserma dei vigili del fuoco, alla presenza del Ministro dell’Interno, Anna Maria Cancellieri, e delle autorità civili, militari e religiose. La struttura è dedicata alla memoria di Luca Pinna, 38enne di Cabras, morto in servizio esattamente un anno fa a Cuglieri (Oristano). Arrivata in città attorno alle 10.30, il ministro ha tagliato il nastro tricolore e ha commentato con poche parole la breve cerimonia: «Siamo qui per festeggiare - ha detto - e sono contenta per la realizzazione di questo distaccamento in una zona così delicata, in una collocazione ideale, perché lo straordinario corpo dei vigili del fuoco resti utile al territorio».

Il sindaco Beniamino Scarpa ha espresso la propria «soddisfazione per l’operatività di una struttura che garantirà una maggior sicurezza nel nostro territorio. A Porto Torres sarà presente una squadra operativa che assolverà anche alle funzioni di soccorso alla popolazione dei comuni limitrofi. Inoltre ci sarà un Nucleo di Soccorso Subacqueo ed Acquatico del Comando che renderà il distaccamento un presidio a terra e a mare tra i più completi del territorio nazionale - continua il sindaco. È un risultato importante, raggiunto attraverso il lavoro di tutte le istituzioni coinvolte. La presenza di un presidio dei Vigili del Fuoco è fondamentale per la sicurezza della città che amministro e del suo territorio, dove insistono impianti industriali, uno dei principali porti d’Italia dove transitano annualmente 900mila persone e un Parco Nazionale, quello dell’Asinara, in cui accedono circa ottantamila visitatori all’anno. Auspico che il governo, così come è accaduto in questo caso con la visita del ministro Cancellieri – conclude il sindaco – rimanga vicino alle nostre istituzioni e segua tutti gli altri temi importanti che riguardano lo sviluppo e il lavoro nel Nord Ovest Sardegna».

«Dall’incontro di oggi ci aspettiamo che il ministro Cancellieri si faccia carico, così come ci ha promesso, della sempre più grave situazione economica e sociale, a rischio esplosione, esistente nella provincia di Sassari e in tutta la Sardegna». Lo dichiara il segretario provinciale Ugl Sassari Simone Testoni. «La situazione era insostenibile già prima e adesso è stata aggravata ancora di più dal taglio deciso dal governo delle risorse per gli ammortizzatori sociali, unica fonte di mantenimento per decine di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie. Senza un intervento concreto e deciso, l’esasperazione dei cassaintegrati del Nord della Sardegna non sarebbe più esclusivamente un problema sociale e economico, ma anche di ordine pubblico, come già evidenziato dal nostro segretario regionale, Sandro Pilleri, per le vertenze esistenti in tutto il territorio Sardo».

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo