ENOGASTRONOMIA

Buongustai e buontemponi a raccolta
A Florinas "Dae Chentina in Chentina"

di Daniele Giola

FLORINAS. Da undici anni è un appuntamento imperdibile per chi ama il sano divertimento e per i buongustai di ogni dove che sanno riconoscere le particolarità di prodotti tipici e del vino fatto in casa. Stasera, a partire dalle 18.30, torna a Florinas "Dae Chentina in Chentina", la grande manifestazione enogastronomica itinerante tra le vecchie cantine del paese.

A dispetto di brutte previsioni meteo, la festa si annuncia "caldissima" con otto cantine e almeno cento, tra produttori e sostenitori, che intendono guadagnarsi i favori dei visitatori a colpi di menù prelibati (cinghiale in umido, porcettone arrosto, fagioli con carne di maiale, gnocchetti al sugo e tanti altri), centinaia di litri di "bianco" e "rosso" e tanta musica. Con le proprie particolarità, infatti, ogni cantina ospiterà anche cantanti – ci saranno Giovannino Giordo, Los Amigos, il trio Sardinia folk - e altri gruppi musicali ai quali è stato richiesto un repertorio rigorosamente allegro. Come segno di rispetto per due lutti che hanno colpito il paese in questi giorni, e vista l'impossibilità oggettiva di fermare la macchina organizzativa, una cantina è stata spostata dalla sua storica location in un’altra via non indicata nella mappa. Trovarla non sarà comunque difficile anche perché la manifestazione, organizzata dall'associazione Dioniso con la collaborazione dell'amministrazione comunale, potrà contare su gruppi itineranti, come il coro di Florinas e i Mamuthones e Issohadores di Mamoiada, che guideranno i visitatori lungo tutto il percorso.

La formula è sempre la stessa con il kit composto da bicchiere, sacchetto e mappa che si potrà acquistare nelle singole cantine o nello stand informativo collocato in piazza del Popolo dagli organizzatori. Per vivere la'atmosfera senza troppi condizionamenti, inoltre, è stato predisposto un servizio navetta da e verso Sassari con cinque corse disponibili (alle 17 e alle 18 da via padre Ziranu, e rientro a Sassari da Florinas alle 22, alle 23 e a mezzanotte). Dopo la festa di stasera «Dae chentina in chentina» offrirà infine un contributo didattico il 27 gennaio con una tavola rotonda, prevista alle 16.30 nella sala convegni della scuola elementare, con esperti e docenti dell'Università che affronteranno il tema: “Il valore ambientale naturalistico dell’agricoltura e delle produzioni tradizionali”.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo