POLITICA

Verso le elezioni, per la Provincia
l'ago della bilancia è il Psd'Az

di Michele Spanu | Twitter: @MicheleSpanu84
 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

SASSARI. Manca poco più di un mese alle elezioni amministrative, ma il valzer dei partiti e delle candidature non è ancora finito. Il Psd'Az, infatti, non ha ancora scelto con quale coalizione aprirà le danze: Giacomo Sanna è fortemente corteggiato da entrambi gli schieramenti. Sabato prossimo dovrà sciogliere le riserve e decidere finalmente con chi sarà in ballo.

Nel frattempo, l'ipotesi più probabile è quella che prevede i sardisti con il centrodestra. Non solo per confermare la scelta avvenuta l'anno scorso alle elezioni regionali. La decisione del Pd di ricandidare in un colpo solo Ganau e la Giudici, infatti, è una implicita risposta alle richieste dei sardisti. Il Psd'Az, infatti, aveva espresso delle riserve sulla candidatura di Alessandra Giudici alla presidenza della Provincia di Sassari. Giacomo Sanna invece aveva chiesto un candidato che riuscisse a garantire la coesione politica della coalizione. Una qualità che la Giudici, secondo i sardisti, non avrebbe garantito in questi ultimi cinque anni da presidente. La scelta della ricandidatura di Alessandra Giudici, però, è stata un "no" neanche troppo velato alle pretese di Sanna.

La risposta definitiva dei sardisti arriverà sabato prossimo, durante il consiglio nazionale del partito. Sarà una scelta importante per l'esito delle elezioni provinciali, dove il Psd'Az gioca il ruolo di ago della bilancia tra centrodestra e centrosinistra. Al Comune di Sassari, invece, la situazione è più tranquilla: Ganau è convinto di vincere, con o senza i sardisti.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)