Rimpasto ai vertici della Cgil
Luigi Canalis nuovo segretario Flc

di Daniele Giola

SASSARI. La sua agenda è già fitta di impegni e vertenze. Non poteva essere altrimenti visto che da oggi Luigi Canalis è il nuovo segretario della Flc, Federazione lavoratori conoscenza, della Cgil. Il suo nuovo ruolo all'interno del sindacato è stato annunciato stamattina durante una conferenza stampa. Chiaro e diretto, Canalis ha immediatamente inquadrato il da farsi su uno dei temi più "caldi" per tanti lavoratori e non solo: la scuola.

"Occorre invertire immediatamente la rotta - dice subito Canalis -. Tra riduzione degli organici, tagli sistematici e l'annoso problema del precariato, la scuola rischia di affondare. Con i vari accorpamenti si stanno perdendo quelli che erano fondamentali presidi di democrazia e cultura. Vogliamo politiche fondate sulla formazione, sul riconoscimento delle professionalità che puntino a ridurre il numero per classi di alunni e non a moltiplicarli. Vogliamo che si investa e non si tagli su quella che è una risorsa fondamentale, essenziale per la crescita di un Paese". Nel considerare la scuola come il settore che ha subìto "gli attacchi più feroci"  dalla classe politica, Canalis ha ricordato i pesanti numeri che lo caratterizzano nel Nord Sardegna ("1700 precari su circa 4000 in tutta la Sardegna") e ribadito l'impegno anche a livello nazionale del sindacato. "Crediamo - ha continuato -  che la qualità dell'insegnamento da sostenere sia quella che arriva dal pubblico e non dal privato. Gli ultimi vent'anni hanno prodotto effetti negativi. Dobbiamo necessariamente invertire la tendenza - ed è anche su questo che ci confronteremo con il prossimo Governo - smettendola di dare soldi alle scuole private.

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo