Fiamma 2000, appello di Scarpa
contro i licenziamenti nell'azienda

 (foto: SassariNotizie.com)
(foto: SassariNotizie.com)

PORTO TORRES. Un appello per la salvaguardia dei posti di lavoro delle due donne licenziate nei giorni scorsi e di tutti gli addetti della Fiamma 2000. A lanciarlo è il sindaco Beniamino Scarpa, che chiede all’azienda di «valutare con particolare sensibilità le vicende che riguardano i rapporti di lavoro in essere nello stabilimento di Porto Torres». Lunedì 4 marzo, giorno della protesta davanti ai cancelli dell’azienda, il sindaco Beniamino Scarpa ha scritto una lettera ai responsabili dell’azienda. «Le attività nel sito produttivo di Porto Torres – ha sottolineato il sindaco – stanno vivendo un momento davvero difficile. Per superarlo stiamo realizzando un sistema di relazioni istituzionali tra i comuni, con la Provincia e la Regione, e di relazioni con il sistema delle imprese che operano nel nostro sito produttivo, improntati alla massima lealtà, comprensione reciproca, collaborazione. Lavorando in questa direzione abbiamo ottenuto la realizzazione a Porto Torres degli importanti investimenti sulla chimica verde e il concreto avvio del percorso delle bonifiche, oltre allo stanziamento, da parte della Regione, di 65 milioni di euro per il nostro progetto di filiera di sviluppo locale. In quel percorso abbiamo messo la massima attenzione prima di tutto alla tutela del lavoro esistente. Stiamo chiedendo a tutti i grandi operatori del nostro sito produttivo la massima sensibilità nella gestione della occupazione. L'amministrazione comunale considera la Fiamma 2000 una di quelle aziende davvero importanti, che hanno contribuito nei decenni a rendere solido il nostro apparato produttivo, ad offrire servizi adeguati alla cittadinanza e alle imprese. Salvaguardando sempre gli interessi dell’azienda e nel rispetto delle norme vigenti – prosegue Scarpa – chiedo di valutare con particolare sensibilità le vicende che riguardano i rapporti di lavoro in essere nel vostro stabilimento di Porto Torres. Ho avuto notizia di recenti provvedimenti seriali di licenziamento e disciplinari che avrebbero colpito lavoratori e lavoratrici con decine di anni di lavoro integerrimo prestati nella vostra azienda. Sono sicuro che, con un po’ di responsabilità e disponibilità, ogni vicenda può trovare il suo adeguato chiarimento, nel rispetto reciproco dei ruoli, e nel lavoro comune per il bene dell’azienda e per la difesa dei posti di lavoro, perché la nostra comunità – conclude il sindaco – non può davvero permettersi altre vertenze che riguardano l’occupazione».

 

© Riproduzione non consentita senza l'autorizzazione della redazione
Immagini articolo
  •  (foto: SassariNotizie.com)